Formazione

Graduatorie GPS e GI: sai già come avere più punti?

Si avvicina l’ora X, ovvero il momento in cui riapriranno le graduatorie GPS e GI dei docenti.

Manca infatti poco più di un anno alla nuova apertura delle liste grazie a cui saranno attribuite le supplenze delle cattedre vacanti nelle scuole.

Un appuntamento importante, quindi, soprattutto per quei docenti desiderosi di lavorare negli istituti come supplenti.

L’importanza dei punti nelle graduatorie GPS e GI

All’incirca ogni 3 anni, si aprono le iscrizioni per l’inserimento nelle graduatorie provinciali per le supplenze (GPS) e d’istituto (GI), che non sono altro che delle liste di supplenti che gli uffici scolastici utilizzano per reperire i docenti da inserire nelle scuole in caso di cattedre vacanti.

Queste liste vengono redatte in base al punteggio che viene riconosciuto a ciascun candidato.

Ma come si stabilisce questo punteggio?

Tutto dipende dal proprio CV.

Chi ha ottenuto un buon voto di laurea, ha conseguito vari titoli di studio aggiuntivi come master e corsi e già maturato esperienze di lavoro nella scuola.

Di conseguenza, avrà un punteggio molto alto, perché tutte queste caratteristiche permettono di ottenere più punti e di finire così nelle prime posizioni delle graduatorie GPS.

Le prime posizioni sono importanti perché i primi docenti ad essere chiamati dalle segreterie sono proprio quelli con punteggio maggiore.

Poi si scorre sempre più in basso, ma in generale solo chi si piazza ai primi posti può aspirare a ottenere una cattedra a condizioni vantaggiose, ad esempio con un contratto per l’intero anno scolastico!

Come salire di posto nelle graduatorie docenti

La prossima riapertura delle graduatorie GPS sarà cruciale.

Devi infatti sapere che le graduatorie docenti cristallizzano la posizione per ben 3 anni.
Quindi, se non otterrai un buon posizionamento nel 2022, perderai la possibilità di lavorare con contratti vantaggiosi e resterai bloccato nella stessa posizione per un intero triennio, vedendo sfumare diverse opportunità di lavoro.

Per fortuna, hai ancora tempo per ottenere punti utili spendibili nelle graduatorie docenti.

Puoi infatti scegliere di accrescere il tuo CV con nuovi titoli di studio e conseguire importanti punti spendibili in graduatoria.

Ad esempio, puoi conseguire:

  • Nuove certificazioni linguistiche, le quali conferiscono 3 punti per il livello B2, 4 punti per il livello C1 e 6 punti per C2;
  • Fino a 4 certificazioni informatiche: ogni certificazione viene valutata 0,5 fino ad un massimo di 2 punti totali;
  • Un master o un corso di perfezionamento, che fanno ottenere ciascuno un punteggio extra pari a 1 punto.
graduatorie gps

In più, c’è un modo per far lievitare la tua posizione grazie a 9 punti in più in graduatoria, combinando una certificazione linguistica con un corso CLIL.

Questo conferisce ben 3 punti nelle graduatorie GPS, secondo il seguente prospetto:

  • Il CLIL + inglese B2: 6 punti;
  • CLIL + inglese C1: 7 punti;
  • CLIL + inglese C2: 9 punti.

Investi nella formazione docenti con Docenti.it

Come Docenti.it aiutiamo da diversi anni i docenti come te a inserirsi nel mondo della scuola.

Il nostro obiettivo è consigliare la strada giusta, ma facciamo anche molto di più.

Da diversi anni, infatti, grazie a una collaborazione con eCampus, organizziamo dei veri e propri percorsi formativi riconosciuti dal MIUR per ottenere i punti extra di cui hai bisogno per scalare le graduatorie GPS e GI dei docenti!

I nostri corsi sono erogati online attraverso una comoda piattaforma E-learning che ti consente di studiare liberamente, quando e dove vuoi, destreggiandoti al meglio tra i tuoi altri impegni di studio o lavoro.

E grazie ai nostri consulenti, ti sosteniamo in tutte le fasi del percorso, dall’iscrizione fino all’esame finale, che si terrà comodamente online!

Il tempo stringe. Non aspettare!

Scopri l’offerta formativa di corsi formativi online di Docenti.it!


Scopri l'offerta formativa di Docenti.it

Photo credit: Pixabay.

author-avatar

Scritto da Marica Piva

“Se fallisci nel prepararti, ti stai preparando a fallire.” Penso che il successo del metodo di insegnamento stia nella volontà di ogni insegnante di aggiornarsi e formarsi continuamente. Completare la propria figura professionale, infatti, è un percorso di apprendimento continuo. Voglio aiutare i docenti ad affrontarlo con gli strumenti e la mentalità giusta.

Altri articoli che possono interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *