Leggi tutto “Il punto sulle Classi di Concorso: come ottenere l’abilitazione”

" />

docenti.it

Il punto sulle Classi di Concorso: come ottenere l’abilitazione

classi-di-concorso-scuola

Per partecipare al Concorso Scuola 2020 occorre avere l’abilitazione ad una classe di concorso.

I concorsi scuola, sia quello ordinario che quello straordinario, dovrebbero portare all’assunzione di almeno 48 mila docenti ma per poter partecipare occorre avere tutti i requisiti richiesti. Ogni aspirante docente potrà partecipare al concorso scuola con una sola classe di concorso.
Oggi andremo a fare un po’ di chiarezza riguardo alle classi di concorso e a come ottenere l’abilitazione.

Concorso scuola e classi di concorso: abilitazioni orizzontali o a cascata?

Chi parteciperà ai concorsi scuola da veterano, ovvero al concorso straordinario per la scuola secondaria dedicato a tutti gli insegnanti che hanno almeno 36 mesi di servizio, forse non avrà grandi dubbi in merito, ma chi si appresta a partecipare al concorso ordinario senza esperienza nella scuola, probabilmente necessiterà di una precisazione in merito a cosa significhi abilitazione per una sola classe di concorso.
Fino a qualche mese fa, prima che uscissero i bandi, si parlava di abilitazioni “a cascata” per le classi di soggiorno, ma il Ministero le ha definitivamente escluse. Rimangono invece le cosiddette “abilitazioni orizzontali”. Questo significa che se la vostra classe di concorso è la A13 Discipline letterarie, latino e greco potrete avere l’abilitazione anche per le classi di concorso A11 Discipline letterarie e latino e A12 Discipline letterarie negli istituti secondari di II grado. Oppure, se la vostra classe di concorso è la A27 Matematica e Fisica le abilitazioni corrispondenti sono per la A26 Matematica A20 Fisica A47 Scienze Matematiche Applicate. Anche in questo caso, come nel precedente, stiamo parlando di scuole di medesimo ordine e grado e quindi secondarie di II grado.

miur-classi-di-concorso

Cosa dice il MIUR sulle classi di concorso

Le classi di concorso sono necessarie per l’accesso all’insegnamento di una determinata materia e sono decise dal MIUR in base ad una classificazione di tutti i titoli di studio. Non è vero però, come molti erroneamente credono, che una laurea sia equivalente ad una classe di concorso. Sono in realtà due cose molto diverse. Infatti le classi di concorso sono dei codici utilizzati dal MIUR per avere una classificazione uniformata di materie e titoli di studio, necessari per ottenere una determinata cattedra. Ma le classi di concorso possono variare anche in base al grado di istituto in cui è possibile insegnare, quindi a volte, pur possedendo una laurea possono mancare alcuni crediti formativi ed esami necessari ad avere l’accesso ad una classe di concorso.

A cosa servono le classi di concorso

Le classi di concorso servono ad accedere all’insegnamento di una determinata materia, tramite i concorsi scuola e sono determinanti per l’inserimento nelle varie graduatorie. Inoltre, vengono utilizzate anche per l’invio e la classificazione della Messa a Disposizione delle scuole che ricevono la candidatura da parte degli aspiranti insegnanti per ricoprire posti vacanti e supplenze. In definitiva, le classi di soggiorno sono il requisito fondamentale per poter lavorare nella scuola italiana, come insegnante.

Come ottenere l’abilitazione alle classi di concorso

Le classi di concorso costituiscono il requisito base per accedere all’insegnamento. I titoli di ammissione alle classi di concorso sono: diplomi accademici di II livello, di Conservatorio o di Accademia di Belle Arti, lauree specialistiche, Vecchio o Nuovo Ordinamento, titoli AFAM (Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica ) e altri a questi equivalenti. Per gli Insegnamenti Tecnico Pratici servirà un diploma di scuola superiore.
Da qualche anno c’è stato un aggiornamento della tabella delle classi di concorso, che ha contribuito a semplificare ulteriormente le procedure di accesso all’insegnamento. Infatti, sono state accorpate classi di concorso simili, per collocare i docenti in modo più semplice, riducendo il numero delle classi da 168 a 114.
La corrispondenza del titolo di studio però spesso non è sufficiente ed è necessario controllare anche la presenza, nel proprio piano di studi, di determinati crediti formativi in specifiche materie.

nuove-classi-di-concorso

Le nuove classi di concorso

Le nuove classi di concorso del MIUR riguardano le discipline musicali e gli indirizzi di moda e comunicazione. Sono undici e si tratta di A-53 – Storia della musica, A-55 – Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria di II grado, A-57 – Tecnica della danza classica, A-58 – Tecnica della danza contemporanea, A-59 – Tecniche di accompagnamento alla danza, A-63 – Tecnologie musicali, A-64 – Teoria, analisi e composizione, A-23 – Lingua italiana per discenti di lingua straniera (alloglotti), A-35 – Scienze e tecnologie della calzatura e della moda, A-36 – Scienze e tecnologia della logistica e A-65 – Teoria e tecnica della comunicazione.

 

Tra i nuovi inserimenti c’è anche la classe A-23 “Lingua italiana per discenti di lingua straniera”, inserita in seguito alla presenza sempre più rilevante di alunni stranieri nelle classi.

Trovare la classe di concorso con Docenti.it

Potrete trovare la vostra classe di concorso consultando la tabella sul sito del MIUR, con denominazione della classe, titoli di accesso e insegnamenti relativi, oppure utilizzare il sito di Docenti.it. Infatti, sarà sufficiente andare sulla pagina dedicata alle Classi di Concorso e inserire il vostro grado di istruzione e i titoli di studio di cui siete in possesso, e avrete a disposizione immediatamente tutti i risultati. Se poi volete essere sicuri che i vostri titoli di studio vi permettano l’accesso ad una classe di concorso, e che non manchi nessun credito formativo o esame, potrete richiedere il servizio di valutazione del piano di studi. Un nostro esperto vi contatterà e insieme a voi valutarà il vostro piano di studi e, qualora mancasse qualcosa, vi consiglierà la soluzione migliore per acquisire i crediti mancanti. 

 

Controllate sul nostro sito qual è la vostra classe di concorso e usufruite della nostra valutazione del vostro piano di studi.


ottieni la certificazione dei 24CFU per partecipare al Concorso Scuola 2020