Inserimento GPS e diplomati ITP: cosa c’è da sapere

Inserimento GPS e diplomati ITP: cosa c’è da sapere
Condividi l'articolo

Come funziona l’inserimento GPS per i diplomati ITP?

Sono necessari i 24 CFU?
Possono inserirsi con riserva?

Ecco tutte le info utili.

Chi è un docente ITP?

Prima di affrontare l’argomento centrale dell’articolo, facciamo una panoramica per spiegare nel dettaglio chi è il docente ITP.

I docenti ITP rappresentano una tipologia di docente non teorico:
si tratta di un profilo che deve possedere competenze specifiche di tipo tecnico-pratico.

L’acronimo ITP, infatti, si utilizza per indicare l’Insegnante Tecnico Pratico.

Un ITP svolge le sue mansioni all’interno dei laboratori degli istituti secondari ad indirizzo tecnico-professionale.

Questi docenti si distinguono dagli altri anche per la diversa modalità di accesso alle Classi di Concorso.

Nella scuola secondaria, infatti, sono gli unici che possono diventare insegnanti solo con il diploma.

A questo proposito, vediamo quali e quanti sono i tipi di diplomi ITP.

Quali sono i diplomi ITP?

I diplomi ITP abilitanti conferiscono accesso alle ClassI di Concorso,
il cui codice va da B01 a B23.

I diplomi che danno accesso alle CdC per i docenti ITP sono quelli riportati nella Tabella B del D.P.R. 14 febbraio 2016 n. 19 “Regolamento classi di concorso”

A questo indirizzo è possibile trovare la lista completa delle Classi di Concorso e dei relativi diplomi ITP alle quali conferiscono accesso.

I docenti ITP lavorano solo in determinati tipi di istituti:

  • Istituti Tecnici;
  • Istituti Professionali.

Il contratto di lavoro del docente ITP consiste in 18 ore settimanali.

Ricordiamo, infine, che un docente ITP può anche lavorare in co-docenza con il docente teorico della materia, pur non essendo mai subordinato ad esso.

Nuovo inserimento GPS: requisiti ITP

Fatta questa dovuta premessa, vediamo quali sono i requisiti che un docente ITP deve possedere per inserirsi in graduatoria GPS.

Prima di tutto, dobbiamo sottolineare modalità per lavorare nella scuola come docente ITP sono essenzialmente 3:

  • tramite concorsi per docenti di scuola secondaria;
  • tramite domande di Messa a Disposizione;
  • inserendosi nelle graduatorie provinciali per le supplenze (GPS).

Per quanto riguarda quest’ultimo caso, quali sono i requisiti che consentono ad un ITP l’inserimento GPS?

Qui dobbiamo fare la dovuta distinzione tra I e II fascia.

I fascia

Gli aspiranti devono essere in possesso di un diploma ITP e abilitazione ad una Classe di Concorso specifica.

II fascia

Per quanto riguarda la II fascia, i requisiti che un docente ITP deve possedere sono questi:

  • diploma ITP e 24 CFU;
  • diploma ITP e abilitazione per altra Classe di Concorso;
  • solo il diploma ITP, se precedentemente inserito in III fascia G.I..

In caso di docenti ITP già inseriti in II fascia GPS, questi possono aggiornare il proprio punteggio senza dover conseguire i 24 CFU.

Ricordiamo che per chi si deve inserire in graduatoria,
questo rappresenta l’ultimo anno nel quale un docente ITP può inserirsi solo con il diploma.

Per il prossimo aggiornamento graduatorie, sarà necessaria la laurea.

Allo stesso modo, anche per partecipare ai concorsi banditi successivamente all’anno scolastico 2024/2025 i requisiti necessari saranno la Laurea e i 24 CFU.

I docenti ITP possono inserirsi con riserva?

La risposta a questa domanda è: no.

Non è previsto l’inserimento con riserva.
E il diploma deve essere conseguito dagli aspiranti entro il 31 maggio 2022.

Vuoi rimanere aggiornato con le ultime novità sulla riapertura delle GPS graduatorie?
Leggi anche:

E seguici su Facebook e Instagram.

Photo credit: Pixabay

author-avatar

Martina Vaggi

Classe 1991, copywriter e scrittrice. Nata a Sale, un paesino in provincia di Alessandria. Scrive dall’età di 10 anni. Nel 2015 si laurea in Lettere Moderne presso l’università di Pavia. Nel 2020 pubblica il suo primo libro "Il diario del silenzio - Storie reali di quarantena" che descrive il processo di cambiamento della vita di 40 persone ai tempi del Covid. Nel 2022 si trasferisce a San Marino per lavorare come copywriter per Docenti.it