Invia la MAD anche se iscritto in GPS graduatorie: il Miur ritratta sulla circolare?

Invia la MAD anche se iscritto in GPS graduatorie: il Miur ritratta sulla circolare?
Condividi l'articolo

Anche gli iscritti in GPS graduatorie potranno inviare la MAD?

Il Miur sembra voler ritrattare sulla circolare dei mesi scorsi che lo vietava.

Vediamo di più in questo articolo.

Gli iscritti in GPS graduatorie possono inviare la MAD? La bozza

Una nota del Ministero permetterebbe agli iscritti in GPS graduatorie di inviare la Messa a Disposizione anche se iscritti.

Stiamo parlando, per il momento, soltanto di una bozza del Ministero.
La notizia è stata pubblicata in anteprima ieri da Orizzonte Scuola (a questo link, potete trovare anche la bozza ministeriale).

Ma vediamo nel dettaglio che cosa riguarda la bozza pubblicata dal Miur.

Da quanto scritto, i docenti già inseriti in GaE o GPS possono inviare le domande di Messa a Disposizione.

Sussistono però due condizioni da rispettare:

  • La graduatoria di istituto della scuola in cui vi è la disponibilità ad accogliere nuovi supplenti deve essere esaurita;
  • Devono anche essere concluse le assegnazioni delle nomine da GaE e GPS. Questo nella provincia in cui il docente è già inserito in graduatoria e in quella dove invia la MAD.

Precisiamo quanto segue: il testo in questione è una bozza, non è una nota o una circolare definitiva.
Di conseguenza, non vi è ancora nulla di certo.

Nonostante questo, come abbiamo già ribadito a lungo nei mesi scorsi, noi di Docenti.it vogliamo precisare che la circolare pubblicata in precedenza non aveva validità di decreto legge.

Di conseguenza, noi consigliamo ugualmente agli iscritti in GPS di inviare la MAD, in quanto la circolare del Miur non prevedeva nessuna sanzione o depennamento.

Nel frattempo, attendiamo comunque ulteriori sviluppi dal Ministero.

Leggi anche:

Photo credit: Pixabay.

author-avatar

Martina Vaggi

Classe 1991, copywriter e scrittrice. Nata a Sale, un paesino in provincia di Alessandria. Scrive dall’età di 10 anni. Nel 2015 si laurea in Lettere Moderne presso l’università di Pavia. Nel 2020 pubblica il suo primo libro "Il diario del silenzio - Storie reali di quarantena" che descrive il processo di cambiamento della vita di 40 persone ai tempi del Covid. Nel 2022 si trasferisce a San Marino per lavorare come copywriter per Docenti.it