Reddito di cittadinanza, Valditara: “Prima devono completare il percorso scolastico”
Condividi l'articolo

Dare il reddito di cittadinanza a chi non ha assolto all’obbligo scolastico è illegale e inaccettabile moralmente.

È quanto sostiene Giuseppe Valditara, che lo ha dichiarato in una recente intervista a Libero

Reddito di cittadinanza: le nuove regole di Valditara

Il reddito di cittadinanza verrà conferito a chi ha terminato la scuola dell’obbligo o un percorso di studi di durata almeno triennale.

Queste le parole di Giuseppe Valditara riguardo la misura del 2019 introdotta dal governo Conte.

Riprendiamo l’intervista rilasciata da Giuseppe Valditara a Libero (della quale avevamo già parlato in questo articolo), dove riportiamo le parole del nuovo Ministro dell’Istruzione e del Merito: “Ben 140mila percettori di reddito di cittadinanza sotto i 30 anni hanno solo la licenza media e, in alcuni casi, soltanto la licenza elementare o neppure quella. Mi creda, contro la povertà è più utile una scuola di cittadinanza piuttosto che il reddito di cittadinanza”

Parlando di reddito di cittadinanza, rispolveriamo i requisiti necessari al suo ottenimento e vediamo qual è la somma percepita da chi ne fa richiesta.

Reddito di cittadinanza: requisiti

Per percepire il reddito di cittadinanza, è necessario avere un reddito familiare inferiore a 6.000 euro annui moltiplicato per la scala di equivalenza.

La soglia del reddito è elevata a 9.360 euro, nei casi in cui il nucleo familiare risieda in una abitazione in affitto.

Quanto prende una persona con il reddito

Il beneficio del reddito di cittadinanza consiste in un importo tra 480 e 9.360 euro l’anno ed è composto da:

  • una integrazione al reddito;
  • da un sostegno economico per contribuire alle spese di affitto, fino ad un massimo di 3.360 euro annui (1.800 euro nel caso di Pensione di cittadinanza), o di un mutuo, fino a 1.800 euro l’anno.

Una volta appurato questo, andiamo a vedere i dati che Giuseppe Valditara mostra riguardo al numero di ragazzi e adulti che percepiscono il reddito di cittadinanza attualmente.

Quanti studenti percepiscono il reddito

Valditara ha rilevato stime molto preoccupanti.

In Italia ci sono 364.101 percettori di reddito di cittadinanza nella fascia compresa tra i 18 e i 29 anni. Di essi, abbiamo scoperto che ben 11.290 possiede soltanto la licenza elementare o addirittura nessun titolo, e altri 128.710 soltanto il titolo di licenza media.”

Dopo questa rivelazione, Valditara chiede che si completi assolutamente il percorso scolastico per tutti quegli studenti che lo abbiano illegalmente interrotto. In alternativa, chiede il proseguimento di un percorso di formazione professionale per tutti coloro che sono in possesso di un titolo di studio superiore, ma non sono occupate o impegnate in aggiornamenti formativi.

In entrambi i casi, chi non dovesse adempiere al percorso scolastico indicato, la pena deve essere la perdita del reddito.

Secondo Valditara, infatti: “Questi ragazzi preferiscono percepire il reddito anziché studiare e formarsi per costruire un proprio dignitoso progetto di vita.

Infatti, percepire il reddito senza aver assolto all’obbligo scolastico è illegale e inaccettabile moralmente: “Significherebbe legittimare e addirittura premiare una violazione di legge”.

Rimani aggiornato con le ultime notizie dal blog!
Leggi anche:

Photo credit: Pexels

author-avatar

Martina Vaggi

Classe 1991, copywriter e scrittrice. Nata a Sale, un paesino in provincia di Alessandria. Scrive dall’età di 10 anni. Nel 2015 si laurea in Lettere Moderne presso l’università di Pavia. Nel 2020 pubblica il suo primo libro "Il diario del silenzio - Storie reali di quarantena" che descrive il processo di cambiamento della vita di 40 persone ai tempi del Covid. Nel 2022 si trasferisce a San Marino per lavorare come copywriter per Docenti.it