Riforma Bianchi: i 60 CFU possono essere conseguiti anche in università privata?
Condividi l'articolo

La riforma Bianchi sul nuovo reclutamento docenti è stata approvata dalla Camera. La principale novità prevede il conseguimento dell’abilitazione mediante un percorso di 60 CFU.

Ma come funziona? E come si acquisiscono questi crediti?

Riforma Bianchi: che cosa sono i 60 CFU?

Le disposizioni sul nuovo reclutamento docenti sono state approvate dalla Camera: manca solo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del testo.

Si parla cioè di nuove modalità per diventare insegnante che saranno attivate tra il 2025 e il 2026.

La più grande novità per gli aspiranti insegnanti sarà l’acquisizione dell’abilitazione mediante un percorso abilitante da 60 CFU.

Il percorso si concluderà con una prova finale composta da una prova scritta e da una lezione simulata.

I 60 CFU saranno necessari, poiché rappresenteranno il requisito necessario per accedere ai concorsi a cattedra.

Questi crediti dovranno essere così composti:

  • almeno 20 CFU di tirocinio diretto, ovvero svolto a scuola con supervisione di un tutor, e indiretto, cioè svolto con la supervisione dell’Università
  • almeno 10 CFU devono essere conseguiti nell’area pedagogica
  • i restanti CFU dovranno riguardare lo studio sulla metodologia didattica delle discipline, o anche insegnamenti in ambito psicologico e di didattica speciale o di inclusione per alunni che hanno disabilità

Ma dove dovranno essere acquisiti questi crediti?

Come conseguire i 60 CFU?

I 60 CFU previsti dalla riforma potranno essere acquisiti già durante il percorso di laurea (triennale e magistrale o a ciclo unico).

Ma si tratta di università statali o private?

Dal testo di legge si evince che i corsi di abilitazione saranno attivati anche dalle università private.

Queste le modalità:

  • convenzionale
  • in presenza
  • con frequenza obbligatoria

Non sarà possibile erogare completamente online la formazione abilitante per rimarcare l’aspetto qualitativo del percorso.

Leggi anche:

E seguici su Facebook e Instagram.

Photo credit: pexels.com

author-avatar

Veronica Conti

Classe 1998, è studentessa e insegnante di musica. Ha conseguito il Diploma di Violoncello nel 2018 e, due anni dopo, il Diploma Accademico di II Livello in Violoncello presso il Conservatorio di Cesena. Frequenta il terzo anno all'università di Urbino, Lingue e Culture Straniere profilo linguistico-aziendale, ed è tirocinante presso Docenti.it.