Supplenza scuola: in quali casi si può rinviare la presa di servizio?
Condividi l'articolo

Poniamo il caso che un docente venga convocato per una supplenza scuola.
Ma, per le sue ragioni, non possa accettare in quel momento la presa di servizio.

In quali casi è consentito rinviarla?

Vediamoli uno per uno.

Supplenza scuola: come funzionano le convocazioni

Tra i docenti di ruolo, assunti a tempo indeterminato, e i neolaureati o diplomati che aspirano a diventare docenti ma non sono ancora riusciti ad entrare nel mondo scuola, c’è un ponte: ed è quello che riguarda le supplenze per brevi o lunghi periodi.

Ma, retorica a parte, sappiamo tutti molto bene che i canali di reclutamento per i docenti supplenti non sono molti.

In breve, parliamo di:

  • graduatorie GPS (II fascia) e graduatorie di istituto;
  • interpelli;
  • e domande di Messa a Disposizione.

Lungo questi tre canali di reclutamento si snoda e serpeggia l’intero processo di reclutamento supplenti.

Ma come funzionano le convocazioni?
O meglio: come vengono convocati i supplenti?

Se un supplente decide di candidarsi inserendosi in graduatoria, oppure inviando la propria domanda di Messa a Disposizione, può essere convocato per degli incarichi di supplenza di breve o lungo termine.

La convocazione, solitamente, avviene tramite e-mail: il futuro supplente viene convocato tramite comunicazione scritta, ma, se non risponde alla mail, la sua convocazione decade.

Infatti, se il docente che ha ricevuto la nomina non risponde in maniera affermativa entro il tempo che gli viene concesso, non potrà più ricoprire tale supplenza da parte di quella scuola per il resto dell’anno scolastico.

Ma ci sono dei casi, però… grazie ai quali è possibile rinviare la presa di servizio.

Quali?

In quali casi si può rinviare la presa di servizio?

A volte succede che un docente venga convocato per una supplenza: il docente accetta l’incarico ma, successivamente, per qualsivoglia giustificato motivo, non può assumere servizio.

Ecco, in questi casi… cosa succede?

Succede che il suo contratto sarà valido ai soli fini giuridici: i suoi effetti economici avranno data di partenza solo successivamente all’effettiva assunzione.

Infatti, come leggiamo nell’’art. 9 del DPR 3/1957: “La nomina dell’impiegato che per giustificato motivo assume servizio con ritardo sul termine prefissogli decorre, agli effetti economici, dal giorno in cui prende servizio. Colui che ha conseguito la nomina, se non assume servizio senza giustificato motivo entro il termine stabilito, decade dalla nomina”.

Ma quali sono questi motivi che giustificano un rinvio alla presa di servizio?

I motivi possono essere questi:

  • maternità;
  • malattia;
  • oppure infortunio.

Come iniziare a fare le supplenze?

Come abbiamo detto, i principali canali di assunzioni per i docenti supplenti riguardano le graduatorie e le domande di Messa a Disposizione.

Ma le graduatorie non sono infinite: hanno, ovviamente, un limite di docenti inseriti.
E, una volta che questa “lista” si esaurisce, le scuole si rivolgono puntualmente alle domande di Messa a Disposizione pervenute agli istituti.

Solitamente, il periodo più favorevole per candidarsi con una MAD parte da metà agosto e arriva fino ad ottobre.

Ma…

Dal momento che le scuole hanno esaurito le graduatorie da poco, è molto utile candidarsi anche ADESSO con le MAD, in quanto gli istituti stanno volgendo lo sguardo a queste candidature proprio in questi giorni.

Inoltre…

È SEMPRE utile programmare varie MAD nel corso dell’anno scolastico.

Perché?

Programma la tua MAD per i migliori periodi dell’anno

Questo procedimento è di fondamentale importanza per due motivi:

  • prima di tutto: la MAD ha valenza per tutto l’anno e non ci sono limiti al numero di candidature che si possono inviare alle scuole;
  • inoltre, il periodo migliore per candidarsi nelle scuole non riguarda solo i mesi di agosto, settembre e ottobre: esistono periodi favorevoli anche nel corso dell’anno scolastico. E, tra questi, ricordiamo: il periodo che segue le vacanze di Natale e di Pasqua e il mese di giugno, per i corsi di recuperi estivi.

Di conseguenza…

È molto utile per te PROGRAMMARE adesso la tua MAD per i periodi migliori dell’anno scolastico.

Questo perché se programmi la tua MAD per tali periodi, la tua domanda verrà inviata AUTOMATICAMENTE alle scuole quando verrà il momento.

… Senza che tu debba muovere un dito.

MAD Plus: come funziona il servizio e perché attivarlo

Questo servizio ha un nome: si chiama MAD Plus e costa solo 16 euro in più del semplice invio MAD online!

Attivando MAD Plus con Docenti.it tu avrai un consulente che si occuperà di ricontattarti telefonicamente entro 24h lavorative dalla compilazione della tua domanda sul nostro sito: successivamente, il consulente riepilogherà la tua domanda e la programmerà per inviarla direttamente a tutti gli istituti statali della provincia da te scelta!

Ovviamente, la tua domanda verrà inviata nei periodi prestabiliti da te in fase di compilazione: non prima e neppure dopo.

E tu non dovrai fare assolutamente nulla: dovrai solo aspettare che la tua MAD venga inviata agli istituti!

E al termine della procedura, riceverai un REPORT con indicate tutte le scuole che hanno ricevuto la tua candidatura!

Ricordati anche che…

Attivando MAD Plus a soli 16 euro tu potrai anche diversificare la tipologia di domande da inviare.
Questo significa che potrai, ad esempio…

Inviare una MAD sostegno per le vacanze natalizie e una MAD Personale ATA per quelle pasquali. O viceversa.
Dipende tutto da te.

Sei pronto?

Programma ORA la tua MAD

Leggi le nostre ultime notizie:

E seguici su Facebook e Instagram.

Photo credit: pixabay.com

author-avatar

Martina Vaggi

Classe 1991, copywriter e scrittrice. Nata a Sale, un paesino in provincia di Alessandria. Scrive dall’età di 10 anni. Nel 2015 si laurea in Lettere Moderne presso l’università di Pavia. Nel 2020 pubblica il suo primo libro "Il diario del silenzio - Storie reali di quarantena" che descrive il processo di cambiamento della vita di 40 persone ai tempi del Covid. Nel 2022 si trasferisce a San Marino per lavorare come copywriter per Docenti.it