Supplenze scuola: quando si ha diritto alla retribuzione delle vacanze?
Condividi l'articolo

Le vacanze di Pasqua iniziano fra pochissimi giorni: le scuole rimarranno chiuse dal 14 al 19 aprile. I docenti che svolgono supplenze scuola da Graduatoria di Istituto si chiedono allora se le vacanze saranno retribuite.

Sono tre i requisiti necessari per il riconoscimento economico delle vacanze. Vediamo quali sono.

Vacanze di Pasqua 2022

L’Ordinanza Ministeriale del 23 giugno 2021 ha definito il calendario scolastico 2021-2022.

Come sappiamo sono poi le singole Regioni a scegliere la data di inizio e di fine anno scolastico, insieme alle festività.

Ciononostante, le vacanze di Pasqua 2022 sono uniche per tutte le Regioni: la scuola sarà chiusa dal 14 al 19 aprile.

Riportiamo di seguito il calendario delle ulteriori festività nazionali:

  • 1 novembre “Tutti i Santi”
  • 8 dicembre
  • 25 e 26 dicembre
  • 1 gennaio “Capodanno”
  • 6 gennaio “Epifania”
  • domenica di Pasqua e Lunedì dell’Angelo (17 e 18 aprile 2022)
  • 25 aprile “Festa della Liberazione”
  • 1 maggio “Festa del Lavoro”
  • 2 giugno “Festa della Repubblica”

Veniamo ora alla domanda più importante per i supplenti da Graduatoria interna di Istituto: quando si ha il diritto al pagamento della sospensione delle lezioni?

Supplenze scuola: i requisiti necessari per il pagamento delle vacanze

Molti supplenti si stanno chiedendo se saranno retribuiti durante le vacanze di Pasqua.

Per rispondere alla domanda dobbiamo consultare l’art. 40 comma 3 per i docenti e l’art. 60 commi 1 e 2 per il personale ATA del CCNL 29/11/2007.

Leggiamo che:

“Qualora il titolare si assenti in un’unica soluzione a decorrere da una data anteriore di almeno sette giorni all’inizio di un periodo predeterminato di sospensione delle lezioni e fino a una data non inferiore a sette giorni successivi a quello di ripresa delle lezioni, il rapporto di lavoro a tempo determinato è costituito per l’intera durata dell’assenza. Rileva esclusivamente l’oggettiva e continuativa assenza del titolare, indipendentemente dalle sottostanti procedure giustificative dell’assenza del titolare medesimo”.

Fonte: OrizzonteScuola

Sono quindi 3 gli elementi necessari per il riconoscimento giuridico ed economico delle vacanze:

  1. il titolare deve essere assente da almeno 7 giorni prima della sospensione delle lezioni
  2. deve essere assente in modo continuativo (a qualunque titolo, anche con diverse certificazioni e motivazioni) durante tutto il periodo della sospensione delle lezioni
  3. l’assenza deve essere tale fino ad almeno 7 giorni dopo la ripresa delle lezioni

Se manca anche uno solo dei punti sopra citati, il riconoscimento non può essere applicato al supplente.

Leggi anche:

E seguici su Facebook e Instagram.

Photo credit: pexels.com

author-avatar

Veronica Conti

Classe 1998, è studentessa e insegnante di musica. Ha conseguito il Diploma di Violoncello nel 2018 e, due anni dopo, il Diploma Accademico di II Livello in Violoncello presso il Conservatorio di Cesena. Frequenta il terzo anno all'università di Urbino, Lingue e Culture Straniere profilo linguistico-aziendale, ed è tirocinante presso Docenti.it.