Collaboratore scolastico stipendio: di quanto si tratta?
Condividi l'articolo

Parliamo della retribuzione del personale scolastico. Collaboratore scolastico stipendio: a quanto ammonta?

Ecco qui tutte le info per ogni profilo del Personale ATA.

Qual è lo stipendio del personale ATA?

Uno dei temi più affrontati del mondo scuola è quello che riguarda lo stipendio dei docenti.

Spesso, però, si trascura la retribuzione degli altri importanti lavoratori della scuola, fra cui il personale ATA.

Per scoprire quanto guadagna il personale ATA è necessario affidarsi alle tabelle del CCNL approvato il 19 aprile 2018.

Si tratta però di conteggi annuali e lordi. Per capirci di più, abbiamo provveduto a fare una stima del netto al mese per ogni profilo del personale ATA.

Collaboratore scolastico stipendio: quanto prende un bidello?

Lo stipendio base si aggira sui 1.000 euro netti al mese.

Addetto alle aziende agrarie

L’addetto alle aziende agrarie ha uno stipendio di circa 1.000 – 1.100 euro netti al mese.

Quanto guadagna un assistente amministrativo della scuola?

L’assistente amministrativo di prima fascia guadagna circa 1.200 euro netti al mese.

Qual è lo stipendio dell’assistente tecnico?

Lo stipendio in questione è pari a quello dell’assistente amministrativo: circa 1.200 euro netti al mese.

Stipendio cuoco della scuola

Anche qui, lo stipendio medio di un cuoco della scuola si aggira sui 1.200 euro netti al mese.

Stipendio infermiere della scuola

Per questo profilo ATA la busta paga è di circa 1.200 euro netti al mese.

Quanto guadagna un guardarobiere della scuola?

Lo stipendio del guardarobiere è di circa 1.200 euro netti al mese.

Quanto guadagna un coordinatore amministrativo e tecnico?

Lo stipendio è più alto: si aggira intorno ai 1.400 euro netti al mese.

Quanto guadagna il DSGA?

Al netto, il DSGA prende circa 1.600 euro al mese.

Come diventare Personale ATA

Gli aspiranti interessati a lavorare a scuola in qualità di Personale ATA devono iscriversi nelle apposite graduatorie.

Esistono 3 fasce, ma solo la prima e la terza si possono aggiornare. Tuttavia non ci sono ancora indicazioni sul prossimo aggiornamento.

In alternativa, l’aspirante può inviare la MAD (domanda di Messa a Disposizione) in qualsiasi momento dell’anno.

La MAD è l’ultimo strumento a cui le scuole fanno ricorso per trovare supplenti, sia per i docenti, sia per il Personale ATA.

Bisogna sapere che le graduatorie, soprattutto quelle di terza fascia, sono stracolme di aspiranti…

Perciò, ottenere una convocazione da MAD non è del tutto facile.

Ci sono però buone possibilità in alcune zone: parliamo delle zone marittime, dove ci sono tantissimi istituti alberghieri (e non solo) alla ricerca di supplenti.

Se sei curioso di entrare per la prima volta nel mondo della scuola in qualità di Personale ATA, la MAD è ciò che fa per te.

Il modo più efficace per ottenere una convocazione da Messa a Disposizione è creare una candidatura corretta e priva di errori.

Docenti.it ti permette di inviare la MAD online alle scuole attraverso l’aiuto di un consulente specializzato.

Grazie alla sapiente guida dell’operatore, potrai scoprire se hai tutti i titoli necessari per poterti candidare.

In questo modo non commetterai alcun errore!

In più, il consulente saprà indirizzarti sulle migliori scuole e province più adatte a te e alla tua situazione.

Compila subito il form online e sarai chiamato entro 24 ore lavorative.

Scopri tutti i vantaggi con Docenti.it!

Compila qui la tua MAD ATA

Leggi anche:

E seguici su Facebook e Instagram.

Photo credit: unsplash.com