Giuseppe Valditara: qual è il piano per i docenti precari inseriti in GPS
Condividi l'articolo

Giuseppe Valditara ha pensato ad un piano d’azione per i docenti precari con 3 annualità di servizio, inseriti nelle graduatorie.

Docenti precari inseriti in GPS: i numeri

I docenti precari inseriti in graduatoria GPS con 3 annualità di servizio (svolte negli ultimi 11 anni) sono moltissimi.
Si parla di un totale di 483.419. 

Sono questi gli ultimi dati forniti dal Ministero sulle iscrizioni nelle graduatorie GPS e nelle graduatorie ad esaurimento (GAE).

Vediamo i numeri a seconda delle graduatorie di riferimento.

Per le graduatorie GPS troviamo:

  • 51.671 docenti per la scuola dell’infanzia;
  • 62.248 per la scuola primaria;
  • 119.346 per la scuola secondaria di I grado;
  • 250.154 per la scuola secondaria di II grado.

Il numero maggiore di precari con 3 anni di servizio negli ultimi 11 li troviamo tutti nella scuola secondaria di II grado (250.154), mentre alla scuola dell’infanzia ne troviamo 51.671.

I numeri per le GAE

Vediamo adesso il numero totale dei docenti con almeno 3 anni di servizio inseriti nelle GAE:

  • 9514 docenti per la scuola dell’infanzia;
  • 4982 docenti per la scuola primaria;
  • 88 per la scuola secondaria di I grado;
  • 1585 per la scuola secondaria di II grado.

Vediamo come nelle Graduatorie ad Esaurimento, il numero totale di docenti con almeno 3 anni di servizio è di 16169.

Qui la situazione è del tutto invertita rispetto alle graduatorie GPS: infatti, troviamo un maggiore numero di iscritti nella scuola dell’infanzia (9514) e un numero molto basso (88) nella scuola secondaria di primo grado.

Il piano di Giuseppe Valditara per i docenti precari

Come avevamo già accennato in precedenti articoli, Giuseppe Valditara ha pensato ad una soluzione, per tutti quei docenti precari con 3 anni di esperienza: la fase transitoria, presente nel nuovo piano di reclutamento docenti.

Attraverso la fase transitoria, tutti i docenti precari potranno arrivare ad una stabilizzazione.

Fase transitoria: che cosa prevede

Nell’ambito del Nuovo reclutamento docenti, la fase transitoria prevede:

  1. l‘attivazione dei percorsi formativi da 30 CFU, che conferiranno accesso ai concorsi fino al 31 dicembre 2024, (oppure l’accesso con i 24 crediti, solo se acquisiti entro il 31 ottobre 2022);
  2. una procedura concorsuale.
    Chi risulta vincitore sottoscriverà un contratto annuale (al 31 agosto): si prevede poi un completamento di percorso universitario e accademico di formazione iniziale per 30 CFU.
    In caso di esito positivo, il candidato avrà accesso all’assunzione a tempo indeterminato.
  3. una volta sottoscritto il contratto a tempo indeterminato, il docente sostiene il periodo di prova con un test finale, come da DM 226/2022: solo in caso di esito positivo è confermato il ruolo in maniera positiva.

La fase transitoria, inoltre, prevede dei corsi da 30 CFU rivolti a docenti già abilitati per un’ altra Classe di Concorso o altro grado e per i docenti specializzati e assunti per il ruolo del sostegno, privi dell’abilitazione sulla disciplina.

Leggi le ultime notizie:

Photo credit: pixabay.com

author-avatar

Martina Vaggi

Classe 1991, copywriter e scrittrice. Nata a Sale, un paesino in provincia di Alessandria. Scrive dall’età di 10 anni. Nel 2015 si laurea in Lettere Moderne presso l’università di Pavia. Nel 2020 pubblica il suo primo libro "Il diario del silenzio - Storie reali di quarantena" che descrive il processo di cambiamento della vita di 40 persone ai tempi del Covid. Nel 2022 si trasferisce a San Marino per lavorare come copywriter per Docenti.it