GPS graduatorie: nessun rinvio ma nuove regole. Quali?

GPS graduatorie:  nessun rinvio ma nuove regole. Quali?
Condividi l'articolo

Le GPS graduatorie non verranno rinviate.

Eppure, potranno esserci alcuni cambiamenti.

Vediamo quali sono le richieste di modifica che ha proposto Anief.

GPS graduatorie: verso la riapertura

Le graduatorie verranno aggiornate quest’anno.

Questo è quanto emerge dall’ultimo incontro di ieri tra Miur e sindacati.

A quanto pare, il Miur avrebbe voluto rinviare le GPS graduatorie all’anno successivo,
mentre i sindacati sarebbero stati assolutamente contrari.

All’incontro ha partecipato anche Anief, che ha riferito come il Miur vorrebbe un aggiornamento triennale di pari passo con le GaE (Graduatorie ad Esaurimento).

La bozza di decreto presentata giorni fa dal Miur avrebbe portato alcune novità.
Le ricordiamo qui:

  • a partire dall’anno 2023/24 verranno eliminate le GPS di II fascia della scuola dell’infanzia e primaria. Si parla di graduatorie costituite, al momento, dai laureandi in Scienze della Formazione Primaria;
  • a partire dall’anno scolastico 2022/23 vi sarà la conferma della procedura online, per il conferimento delle supplenze dalle Graduatorie ad Esaurimento e da quelle Provinciali al 31 agosto e 30 giugno;
  • in caso di rinuncia o abbandono delle GPS, secondo le nuove regole è previsto che il candidato venga cancellato dalle graduatorie per tutto il periodo della loro durata;
  • dall’anno scolastico 2022/23 per la scuola di I e II grado sarà ripristinata la possibilità per il supplente di partecipare all’assegnazione degli spezzoni pari o inferiori alle 6 ore totali nell’istituto in cui il docente ha già preso servizio.

Durante la riunione, Anief ha ribadito la necessità di riportare le operazioni di immissione in ruolo a cadenza annuale e di pubblicare un quadro di riferimento che riguardi le disponibilità degli incarichi da GAE e da GPS sul sito internet istituzionale di ogni ufficio scolastico territoriale.
Questo prima che si proceda ad individuare gli aspiranti.

Nel corso dell’incontro di ieri, Anief ha inoltre espresso numerose richieste tecniche per modificare il regolamento che riguarderà le supplenze.

Vediamo quali.

Nuovo regolamento: le richieste di Anief

Ecco le modifiche proposte dal segretario generale Anief Giuseppe Faraci, da applicare al regolamento per le supplenze:

  • se l’aspirante docente risulta già inserito nelle GaE, potrà presentare domanda di inserimento sia nella I fascia delle graduatorie d’istituto, sia nelle GPS di I e II fascia, per tutte le Classi di Concorso per le quali è già inserito in GaE;
  • in caso di malfunzionamento l’aspirante potrà inviare l’istanza cartacea di inserimento;
  • se un docente ha maturato la terza annualità di servizio su posto di sostegno nell’a.s. in corso di presentazione delle istanze, potrà inserirsi nella seconda fascia di sostegno delle GPS sostegno;
  • limite temporale di presentazione delle istanze dovrà essere dilazionato: da 15 a 30 giorni di tempo;
  • il titolo di accesso si potrà sostituire con uno conseguito successivamente all’inserimento attuale, e più favorevole per il candidato;
  • il limite imposto a 20 scuole soltanto dovrà essere aumentato fino a 30. In questo modo si potranno costituire le graduatorie di istituto, per la copertura delle supplenze brevi e saltuarie;
  • si dovranno pubblicare le graduatorie provvisorie e dovrà esserci la possibilità di presentare reclamo entro 5 giorni al dirigente dell’ambito territoriale della provincia di interesse. Una volta valutati i reclami, entro i successivi 20 giorni dovranno essere pubblicate le graduatorie provinciali GPS e le graduatorie d’istituto definitive: avverso queste sarà ammesso ricorso al competente T.A.R. entro 60 giorni, oppure il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 giorni;
  • le nomine da GaE e GPS potranno essere effettuate in presenza, non solo tramite procedura online. Questo, fino a completo esaurimento delle disponibilità e/o di incapienza delle GAE o delle GPS e fino al 31 dicembre dell’anno scolastico di riferimento;
  • si deve consentire all’aspirante destinatario di incarico la possibilità di raggiungere la sede per la presa di servizio effettiva oltre le 24 ore (non meno), se l’aspirante risiede in provincia diversa da quella da cui proviene la proposta di supplenza;
  • in caso di rinuncia e/o l’abbandono dell’incarico, la sanzione varrà solo per quella stessa Classe di Concorso. E la sanzione per abbandono varrà solo per l’anno scolastico in corso.
GPS graduatorie

Preparati per la riapertura graduatorie: come?

Le graduatorie provinciali riapriranno quest’anno.
Ormai è ufficiale.
E ora è importante che tu non perda più tempo.

Ora non è più il momento dei dubbi e delle indecisioni.
Devi agire subito se vuoi arrivare preparato al prossimo aggiornamento graduatorie.

Infatti…

Il tempo sfugge, e alla velocità della luce, anche.

Dal momento che non è ancora stata annunciata una data (e chissà quando verrà proclamata), possiamo solo supporre che le graduatorie GPS riapriranno a giugno, una volta terminata la scuola.

Fatta questa premessa, hai idea di quanti mesi ti separino da questo importante evento?

Esatto, veramente pochi, pochissimi mesi.

E in questo breve lasso di tempo, che cosa pensi di fare per arrivare, preparato, e soprattutto in tempo, alla prossima riapertura?

Puoi cercare di maturare punteggio.
Il punteggio che ti manca per ottenere un posizionamento più alto.
Inoltre, puoi valutare la tua posizione su altre province, diversa dalla tua,
in modo tale da poter vedere quali possibilità in più potresti avere per scalare le graduatorie.

Non pensi?

Scopri InCattedra

Scegli la provincia migliore

Se anche tu sei di questa idea, e vuoi davvero avere maggiori chance di ottenere incarichi di supplenza, devi assolutamente affidarti ad un protocollo che ti consenta di arrivare dritto al risultato, senza soste.

Questo protocollo si chiama InCattedra ed è stato ideato apposta per consentirti di:

avere una proiezione del tuo posizionamento in graduatoria
attuale e futuro.


E conoscere il tuo posizionamento su 6 province diverse!

Il nostro servizio ti consentirà di:

  • sapere quale punteggio hai attualmente in graduatoria: così potrai sapere da dove partire per poter migliorare;
  • conoscere la tua posizione nella provincia dove hai deciso di iscriverti: in questo modo potrai capire se è bene iscriverti in altre province più favorevoli alla tua situazione specifica;
  • capire quale percorso dovrai seguire: ovvero, quali certificazioni, Corsi di Perfezionamento e Master ti mancano;
  • vedere chiaramente in quale provincia iscriverti per poter avere un posizionamento più alto.

Grazie a InCattedra avrai un consulente che ti seguirà per una consulenza (telefonica) personalizzata di un’ora.
Il nostro consulente costruirà per te un Piano Carriera ideato sulla tua situazione specifica.

Al termine della consulenza, ti invierà un report dettagliato, dove potrai ottenere la proiezione delle 6 migliori province in cui inserirti.
Ovvero: le province dove potrai ottenere un posizionamento più alto rispetto alla tua situazione specifica.

Hai una Laurea magistrale?

Preparati in tempo per l’aggiornamento graduatorie!
Non aspettare giungo!

Il tempo per prepararti non è molto: hai tanta strada da fare davanti a te…

Percorriamola assieme!

Scopri InCattedra

Leggi altri articoli:

Photo credit: Pixabay.

author-avatar

Martina Vaggi

Classe 1991, copywriter e scrittrice. Nata a Sale, un paesino in provincia di Alessandria. Scrive dall’età di 10 anni. Nel 2015 si laurea in Lettere Moderne presso l’università di Pavia. Nel 2020 pubblica il suo primo libro "Il diario del silenzio - Storie reali di quarantena" che descrive il processo di cambiamento della vita di 40 persone ai tempi del Covid. Nel 2022 si trasferisce a San Marino per lavorare come copywriter per Docenti.it