Graduatorie ATA 24 mesi: chi si può iscrivere?
Condividi l'articolo

Sono note le date per potersi iscrivere alle graduatorie ATA 24 mesi: la finestra di apertura è dal 27 aprile al 18 maggio 2022.

Per potersi iscrivere è necessario possedere determinati requisiti.

Quali?

Graduatorie ATA 24 mesi: i requisiti

Dal 27 aprile al 18 maggio è possibile presentare domanda per inserirsi in graduatoria ATA 24 mesi.

Le graduatorie ATA 24 mesi sono graduatorie che si aggiornano ogni anno sulla base del decreto legislativo n. 297/1994 e dell’ordinanza 21/2009.

Per potersi iscrivere sono necessari alcuni requisiti:

  • essere in servizio in qualità di personale ATA a tempo determinato nella scuola statale nella stessa provincia e nello stesso profilo professionale per cui si concorre;
  • se il candidato, al momento della presentazione della domanda, non è in servizio nella medesima provincia e profilo professionale, ottiene il titolo sopra citato (“personale ATA a tempo determinato“) se inserito nelle GAE o GPS della stessa provincia e dello stesso profilo per cui si concorre;
  • il candidato che non si trova nelle condizioni precedenti, ottiene la qualifica di “personale ATA a tempo determinato” se inserito nella terza fascia delle Graduatorie di circolo o istituto per le supplenze temporanee nella stessa provincia e per lo stesso profilo per cui si concorre.

Il requisito necessario ed essenziale per l’inserimento in prima fascia delle graduatorie è il possesso dei 24 mesi di servizio, o 23 mesi e 16 giorni.

In particolare, il candidato:

  • deve possedere l’anzianità di servizio di almeno due anni (24 mesi o 23 mesi e 16 giorni, anche non continuativi) prestato in posti corrispondenti al profilo professionale per il quale il concorso viene indetto, e/o in posti corrispondenti a profili professionali dell’area del personale ATA statale della scuola immediatamente superiore a quella del profilo per cui si concorre.

Come si valuta il servizio prestato?

Valutazione del servizio

Il servizio prestato con rapporto di lavoro a tempo parziale si valuta per intero.

Si valuta altresì il servizio effettivo prestato nelle corrispondenti e precedenti qualifiche del personale non docente statale e nei corrispondenti profili del personale ATA statale.

Il servizio effettivo prestato è però valutato solo se prestato nelle scuole statali.

È escluso il servizio prestato nelle istituzioni scolastiche della Valle d’Aosta e delle province autonome di Trento e Bolzano.

Per quanto riguarda il servizio prestato all’estero, è equiparato al corrispondente prestato in Italia.

In fine: il servizio prestato in qualità di “collaboratore scolastico” e “assistente amministrativo” nelle Accademie e Conservatori di Musica e negli Istituti Superiori delle Industrie Artistiche dello Stato, è considerato valido ai fini dell’ammissione ai concorsi per soli titoli di fino all’anno accademico 2002/03. Per gli anni successivi, il servizio si converte a “servizio prestato in altre Amministrazioni”.

graduatorie ATA 24 mesi

Profili professionali e relativi titoli

Per accedere ai profili professionali ATA è necessario possedere determinati titoli di studio.

Ecco quali.

Assistente Amministrativo

Titolo di studio: Diploma di maturità.

Assistente Tecnico

Titolo di studio: Diploma di maturità corrispondente alla specifica area professionale.

Cuoco

Titolo di studio: Diploma di qualifica professionale di Operatore dei servizi di ristorazione, settore cucina.

Infermiere

Titolo di studio: Laurea in scienze infermieristiche o altro titolo ritenuto valido dalla vigente normativa per l’esercizio della professione.

Guardarobiere

Titolo di studio: Diploma di qualifica professionale di Operatore della moda.

Addetto alle aziende agrarie

Titolo di studio necessario: Diploma di qualifica professionale.

Come addetto alle aziende agrarie sono possibili. varie strade:

  • operatore agrituristico;
  • operatore agro industriale;
  • infine, operatore agro ambientale.

Collaboratore scolastico

Titoli di studio necessari:

  • Diploma di qualifica triennale rilasciato da un istituto professionale;
  • Diploma di maestro d’arte;
  • oppure, Diploma di scuola magistrale per l’Infanzia;
  • qualsiasi diploma di maturità;
  • attestati e/o Diplomi di qualifica professionale, entrambi di durata triennale, rilasciati o riconosciuti dalle Regioni.

Leggi anche:

E seguici su Facebook e Instagram.

Photo credit: pixabay.com

author-avatar

Veronica Conti

Classe 1998, è studentessa e insegnante di musica. Ha conseguito il Diploma di Violoncello nel 2018 e, due anni dopo, il Diploma Accademico di II Livello in Violoncello presso il Conservatorio di Cesena. Frequenta il terzo anno all'università di Urbino, Lingue e Culture Straniere profilo linguistico-aziendale, ed è tirocinante presso Docenti.it.