Graduatorie GPS supplenze, spezzone orario: che cos’è e come funziona
Condividi l'articolo

Nella domanda per le GPS supplenze, in relazione alle 150 sedi, si può indicare anche lo spezzone orario.

Ma che cosa significa?

Ecco tutte le info utili.

GPS supplenze: cos’è lo spezzone orario

Fino al 16 agosto è possibile presentare domanda per la partecipazione agli incarichi di supplenza 2023 per gli iscritti in GPS e GAE.

All’interno dell’istanza si possono indicare fino a 150 preferenze di sede, per ognuna delle quali inserire degli elementi specifici, fra cui appunto lo spezzone orario.

In particolare è possibile indicare:

  • insegnamento
  • preferenza di sede: Scuola (puntuale), Distretto o Comune (sintetica)
  • tipo di contratto: annuale, fino al termine delle attività didattiche, su spezzone orario
  • tipo di cattedra: esterna su stesso Comune o altro Comune
  • posto (solo per Scuola dell’Infanzia e Primaria)
  • tipo di scuola

Lo spezzone orario è perciò una tipologia di contratto che l’aspirante docente può richiedere.

Quando si sceglie lo spezzone orario bisogna anche indicare:

  • il numero minimo e massimo di ore del medesimo
  • la disponibilità ad accettare l’eventuale completamento con altri spezzoni sulla stessa CdC o CdC diversa
  • completamento sullo stesso insegnamento
  • completamento su diverso insegnamento
  • completamento territoriale

Vediamo nel dettaglio.

Spezzone orario: quante ore posso indicare?

Vediamo il numero di ore massimo e minimo che si possono indicare nella scelta dello spezzone orario per le supplenze da GPS e GAE.

Scuola dell’Infanzia:

  • minimo: 7 ore
  • massimo: 24 ore

Scuola Primaria:

  • minimo: 7 ore
  • massimo: 23 ore

Scuola Secondaria:

  • minimo: 7 ore
  • massimo: 17 ore

Che cos’è il completamento?

Se l’aspirante sceglie l’opzione completamento può anche indicare la Scuola, il Comune, il Distretto o la Provincia nel quale vorrebbe che avvenisse.

Riportiamo le indicazioni del Ministero, a cui è bene fare molta attenzione: “se risultasse disponibile un completamento, ad esempio su una Scuola, e tale Scuola non fosse presente tra le preferenze espresse e con l’indicazione del  completamento, questo non sarebbe assegnato“.

Di conseguenza, l’interessato che sceglie il completamento deve indicare anche le apposite preferenze.

Facciamo un esempio: se si sceglie opzione Scuola, vanno indicate le scuole in cui poter completare.

Spezzone scuola e cattedra intera: si può attribuire?

Le indicazioni del Ministero parlano chiaro: una cattedra intera non può essere spezzata.

Infatti, il sistema informatizzato andrà ad attribuire le cattedre intere solamente a chi ne abbia fatto richiesta. Lo stesso vale per gli spezzoni orario.

Leggi anche:

E seguici su Facebook e Instagram.

Photo credit: unsplash.com

author-avatar

Veronica Conti

Classe 1998, è studentessa e insegnante di musica. Ha conseguito il Diploma di Violoncello nel 2018 e, due anni dopo, il Diploma Accademico di II Livello in Violoncello presso il Conservatorio di Cesena. Frequenta il terzo anno all'università di Urbino, Lingue e Culture Straniere profilo linguistico-aziendale, ed è tirocinante presso Docenti.it.