Messa a Disposizione e festività natalizie: che cos’hanno in comune?

Che cos’ha in comune la domanda di Messa a Disposizione con le vacanze che seguono il periodo di Natale?

Ne parliamo in quest’articolo.

Messa a Disposizione: quando convocano i supplenti

Quest’oggi vogliamo parlarti di un aspetto molto importante che riguarda la domanda di Messa a Disposizione e che coinvolge direttamente a te.

Infatti, se stai leggendo quest’articolo, diamo per scontato che tu non sia capitato qui per caso.
Molto probabilmente sei un lettore del nostro blog, oppure sei semplicemente un aspirante docente che ha provato svariate volte ad inviare la propria domanda di Messa a Disposizione senza mai riuscire nell’impresa: ottenere un incarico di supplenza, anche breve.

Ebbene… con quest’articolo vogliamo aiutarti e lo facciamo fin da subito, senza perdere tempo in inutili premesse.

La MAD, per quanto possa essere uno strumento molto potente (tale da consentirti di ottenere incarichi di supplenza), non può rendere al meglio se non viene utilizzata con un po’ di cognizione.

Che cosa significa questo?

Significa che, semplicemente, se vuoi davvero che la tua domanda di Messa a Disposizione centri l’obiettivo al primo colpo e non rischi di finire direttamente nel cestino della carta straccia (probabilmente come ti è successo tutte le altre volte che hai provato a candidarti), devi munirti di una strategia.

Adesso lo ribadiamo ancora una volta, affinché il messaggio sia ben chiaro:

se vuoi davvero essere convocato dagli istituti per insegnare con la MAD,
devi avere una strategia
.

Questo che cosa significa?

Significa che non puoi limitarti ad inviare la MAD a caso, senza avere un obiettivo in mente.
Devi usare la testa, prima di precipitarti ad investire tempo ed energie e rimanere inevitabilmente deluso.

Per poter fare questo, deve esserti chiara un’altra cosa:

ci sono periodi dell’anno dove gli istituti ricercano supplenti
e altri dove i supplenti, semplicemente… non servono.

Ovviamente, dal momento che il tuo obiettivo è quello di essere assunto, a te interessa sapere quali sono i periodi più favorevoli all’invio della tua MAD.

Ora non incominciare ad allarmarti: per scoprire ciò non devi fare nulla di che, perché saremo noi con quest’articolo a metterti al corrente di tutto.

Per questo, iniziamo subito con il dirti quanto segue:

le prime due settimane di gennaio rappresentano uno dei momenti più favorevoli
in cui inviare la tua MAD.

Ti stai chiedendo il perché?

Adesso te lo spieghiamo.
Nel frattempo, se vuoi già iniziare a compilare la tua MAD, puoi farlo già adesso da qui.

Invia la tua MAD online

Inviare la MAD a gennaio: perché?

La prima settimana di gennaio rappresenta un periodo di stallo: non tutte le scuole hanno ripreso la loro consueta attività e non tutti i docenti sono già tornati a lavoro.

Questo perché ogni scuola riapre i battenti a seconda del calendario scolastico indetto dalla propria regione.

Ma non è questo che ci interessa, adesso.

Quello che più ci interessa (e più di riguarda) concerne tutti quegli insegnanti che già lavorano all’interno della scuola.

Ma perché mai a te, che ancora non sei riuscito ad ottenere incarichi, dovrebbe interessarti di chi un incarico già ce l’ha?

Ecco, questo è il punto.

La tua possibilità di ottenere incarichi dipende direttamente
dai docenti che già ricoprono quegli incarichi.

Scommetto che stai già iniziando a capire il perché…
… Esatto! Perché la loro presenza (o assenza) determina la tua possibilità di occupare o meno, una cattedra.

Cioè, più precisamente, la loro cattedra.

Adesso arriviamo al dunque, promesso.

Molti dei docenti che attualmente ricoprono cattedre al nord o al centro Italia provengono dal sud.
Con questo non stiamo dicendo nulla di nuovo, lo sappiamo.

Quello che non tutti sanno è che tutti questi docenti nel periodo delle festività natalizie ritornano al sud da famiglia e amici e (per così dire), ritardano il momento in cui torneranno al lavoro.

Si, esatto: anche fin dopo la riapertura delle scuole.

Ecco perché le prime due settimane di gennaio rappresentano un momento propizio per te:

È a gennaio che gli istituti scolastici
(soprattutto quelli del nord Italia)
ricominciano a convocare i supplenti
.

Questo è il motivo per il quale tu dovresti inviare ora la tua domanda di Messa a Disposizione.

Adesso ti spieghiamo perché dovresti inviarla con noi.

Messa a Disposizione

Compilare e inviare la MAD: non puoi farlo da solo

Non puoi inviare la tua domanda di Messa a Disposizione da solo.
O meglio, puoi farlo, ed è pure gratuito.
E questo, probabilmente, è l’unico vantaggio che incontrerai lungo questo percorso.

Quindi è vero che puoi farlo: ma non ti conviene assolutamente.

E sai il perché?

Perché inviare la tua MAD da solo equivale a ricercare in maniera autonoma tutti i siti degli istituti nei quali vuoi candidarti.
Questo perché ogni scuola ha messo questa regola, che presuppone la compilazione del suo singolo form: in caso contrario, le candidature non vengono proprio accettate.

Il che ci porta direttamente qui: pensa se tu volessi candidarti su una provincia come Milano.
Quanto tempo pensi che impiegheresti a ricercare i siti di ogni istituto e a compilare il loro form?
Un mese, se ti va bene.

Per poi ottenere cosa? Una convocazione sicura?

Questo non te lo può garantire nessuno.
Neppure noi, su questo dobbiamo essere sinceri.

Però… dal momento che abbiamo deciso di percorrere la via della sincerità, allora facciamoci strada fino in fondo!

Noi non possiamo garantirti che verrai sicuramente convocato, questo è vero.
Però, possiamo garantirti molto altro:

  • inviando la MAD con noi potrai avere a tua disposizione un consulente, che ti ricontatterà entro 24H dalla compilazione della MAD sul nostro sito: sarai tu a doverla compilare sulla nostra piattaforma. Successivamente, uno dei nostri consulenti ti ricontatterà per riepilogare i dati;
  • la tua MAD verrà inviata in breve tempo direttamente nelle caselle istituzionali di tutti gli istituti della provincia da te scelta: se sceglierai di affidarti al nostro servizio MAD Express, la tua domanda arriverà in sole 4 ore agli istituti;
  • la tua MAD sarà inviata in maniera automatica: tu non dovrai più metterci mano. Dovrai solo sederti comodo e aspettare che le scuole ti chiamino. Usufruendo del servizio MAD Plus potrai anche avere un invio programmato nei 3 periodi migliori dell’anno scolastico, in modo tale da massimizzare così le tue possibilità di ottenere una convocazione;
  • inoltre, quando diciamo che possiamo darti una garanzia, parliamo sul serio: infatti, il nostro servizio di Invio MAD online è tutelato dalla garanzia Soddisfatti o rimborsati: in questo modo, se non riceverai il servizio adeguato (ovvero: se uno dei nostri consulenti non ti contatterà entro i tempi prestabiliti), potrai essere rimborsato.

Come abbiamo già anticipato, nessuno può garantirti una convocazione, nemmeno noi: di conseguenza, in caso tu non venissi chiamato dagli istituti, il nostro servizio non potrà esserti rimborsato.

E adesso siamo alle battute finali.

Se davvero vuoi ottenere incarichi di supplenza, la domanda di Messa a Disposizione devi inviarla ora.
In questo modo, potresti anche ottenere un incarico fino alla fine dell’anno scolastico.
Un incarico che ti varrebbe fino a 12 punti sulla tua materia, ai fini dell’aggiornamento graduatorie.

Ovviamente, noi stiamo parlando a te, dando per scontato che tu sia un docente veramente motivato ad insegnare e ottenere incarichi…

… Anche perché, se tu non fossi motivato: perché mai saresti arrivato fin qui a leggere?

Invia la tua MAD online

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Photo credit: Pixabay.