Quali titoli di studio sono richiesti per la MAD?
Condividi l'articolo

La MAD rappresenta uno strumento molto potente per l’assunzione dei supplenti.

Eppure, ci sono ancora molti dubbi e domande che ruotano attorno alla domanda di Messa a Disposizione.

Uno di questi riguarda i requisiti richiesti per candidarsi.

Compilare la MAD: quali titoli di studio?

Una vola intrapresa la compilazione della MAD, una delle prime cose chieste all’aspirante supplente o personale ATA riguarda il titolo di studio conseguito.

E qui sorgono i primi dubbi.

Molti docenti, infatti, ancora oggi si chiedono se per candidarsi nelle scuole servano determinati requisiti.

E la risposta dipende, prima di tutto, da quale tipologia di MAD l’aspirante vuole inviare.

Se vuole inviare una MAD come personale ATA, il requisito minimo per candidarsi è il Diploma.

Se, invece, il candidato vuole mettersi a disposizione come supplente docente, allora le tipologie di MAD che dovrà compilare sono essenzialmente due:

  • la MAD Classica;
  • o la MAD sostegno.

Tenendo conto che un aspirante docente può anche candidarsi come una MAD Personale ATA, se vuole allargare i propri orizzonti e lasciarsi aperte più porte, eventualmente: non è vietato.

MAD Classica: requisiti

Candidarsi con una MAD Classica equivale a mettersi a disposizione per insegnare la materia.

Il che equivale a dire: candidarsi per la Classe di Concorso alla quale il proprio titolo di studi conferisce accesso.

Questo significa che il requisito per compilare una MAD Classica consiste nell’aver conseguito un titolo di studi che conferisca accesso ad una Classe di Concorso completa!

Per i docenti questo equivale a dire: Laurea magistrale/Vecchio ordinamento/Specialistica, oppure un Diploma ITP (Istituto Tecnico Pratico).

Il caso dei Diplomi ITP è diverso.

Infatti, quest’ultimo caso, conferisce la possibilità di avere accesso a diverse tipologie di Classi di Concorso, che permettono ad un docente ITP di insegnare la propria materia nei laboratori degli istituti secondari di II grado.

Ovviamente, la richiesta di supplenti è ogni anno talmente elevata,
che questo porta le scuole a convocare anche supplenti sprovvisti dei titoli idonei all’insegnamento.

Per questo motivo, vengono convocati anche supplenti che possiedono solo la Laurea triennale.

Come nel caso di Elisa, una delle nostre clienti, che ha inviato la MAD con noi ed è riuscita ad ottenere un incarico dopo solo un giorno, pur avendo solo la triennale! (Qui puoi leggere la sua storia).

Oppure, caso ancora più eclatante, quello di Lorenzo, un nostro giovanissimo cliente, che è riuscito ad ottenere una convocazione pur essendo ancora un laureando triennale in Matematica! (Qui trovi la sua storia).

In quest’ultimo caso, è bene specificare quanto segue: un laureando in Matematica, Fisica o nelle materie scientifiche, ha molte più possibilità di essere contattato (anche se ancora non ha conseguito il titolo completo per insegnare): questo perché queste tipologie di lauree conferiscono accesso a Classi di Concorso molto rare e molto richieste dagli istituti!

(Vuoi scoprire quali sono le Classi di Concorso più rare e quali quelle più sature? Leggi qui)

Di conseguenza, se sai che la tua laurea conferisce accesso ad una CdC rara,
il consiglio che ti diamo è quello di non perdere altro tempo!

Candidati subito con una Messa a Disposizione!

Candidati ADESSO nelle scuole

Ma andiamo avanti a parlare dei titoli di studio.

Abbiamo ancora delle cose importanti da dirti…

MAD

MAD Sostegno

Se analizziamo la tipologia di MAD sostegno, possiamo vedere come sia molto richiesta, tutti gli anni,
dagli istituti scolastici.

Infatti, con le enormi carenze del personale docente specializzato sul sostegno, è evidente come le scuole debbano per forza rivolgersi ai supplenti da convocare.

E queste convocazioni avvengono da MAD.

Per questa ragione, capita di sovente che aspiranti supplenti si mettano a disposizione per il sostegno,
pur non essendo in possesso delle qualifiche per farlo.

Questo perché la MAD sostegno può essere inviata anche da chi possiede il solo Diploma o la Laurea triennale, ad esempio.

Ovviamente, la candidatura sul sostegno deve sempre avvenire con una buona dose di cognizione di causa, da parte del supplente.

L’aspirante docente deve essere consapevole dell’enorme importanza del ruolo che andrà a ricoprire… e deve capire bene che per svolgere questo ruolo sono necessarie doti di profonda empatia e sensibilità, che non è da tutti possedere.

Detto questo, se un aspirante docente vuole tenersi aperta la porta del sostegno… non vediamo i motivi per i quali non dovrebbe farlo!

A questo scopo, noi di Docenti.it abbiamo ideato una PROMO per le MAD sostegno: se alla tua MAD Classica aggiungi anche una MAD sostegno, la seconda la paghi 12 euro al posto di 19 per provincia e grado di istruzione!

Detto questo…

Vuoi entrare nel mondo scuola?

Ti piacerebbe candidarti per insegnare sul sostegno?

Allora…

Attiva subito la PROMO MAD SOSTEGNO

Docenti.it invia la tua MAD in tutti gli istituti statali della provincia da te selezionata!

Tu dovrai solo compilare la tua domanda sulla nostra piattaforma, inserendo i tuoi dati anagrafici, scegliendo la provincia nella quale vorresti candidarti e la tipologia di MAD che preferisci: dopo aver compilato ed effettuato il pagamento, entro 48h lavorative verrai ricontattato da uno dei nostri consulenti esperti per il riepilogo dei dati!

Successivamente, il consulente invierà la tua MAD a tutti gli istituti pubblici della provincia da te scelta e tu riceverai un REPORT con indicate tutte le scuole che hanno ricevuto la tua domanda!

Assistenza, professionalità ed empatia sono i valori che ci contraddistinguono!

Se hai bisogno di informazioni per compilare la tua domanda di Messa a Disposizione, puoi contattare il nostro centralino ai seguenti contatti:

Leggi gli ultimi articoli:

E seguici su Facebook e Instagram.

Photo credit: pixabay.com

author-avatar

Martina Vaggi

Classe 1991, copywriter e scrittrice. Nata a Sale, un paesino in provincia di Alessandria. Scrive dall’età di 10 anni. Nel 2015 si laurea in Lettere Moderne presso l’università di Pavia. Nel 2020 pubblica il suo primo libro "Il diario del silenzio - Storie reali di quarantena" che descrive il processo di cambiamento della vita di 40 persone ai tempi del Covid. Nel 2022 si trasferisce a San Marino per lavorare come copywriter per Docenti.it