Quarantena preventiva scuola: cosa succede se un alunno è positivo

Quarantena preventiva scuola: cosa succede se un alunno è positivo
Condividi l'articolo

Novità riguardo la quarantena preventiva scuola: cosa succede se un solo alunno risulta positivo in una classe?

Che tipo di procedura è necessario attivare?
È richiesta la quarantena per tutta la classe?

Lo vediamo in questo articolo.

Quarantena preventiva scuola: se un alunno risulta positivo

L’Istituto Superiore di Sanità, assieme ai Ministeri di Istruzione e Salute, ha emanato un documento dal titolo “Indicazioni per l’individuazione e la gestione dei contatti di casi Covid-19 in ambito scolastico”. (Fonte: Orizzonte Scuola).

Questo documento chiarisce cosa può succedere in caso un alunno risultasse positivo in una classe.

Secondo questo documento, la classe che presenta un solo caso positivo di Covid non andrà in quarantena: gli alunni verranno solamente sottoposti ai test necessari.

In quali casi, dunque, è prevista la quarantena per la classe?

L’isolamento per tutta la classe è previsto solo nel caso in cui i casi siano due o più.
Per quanto riguarda la quarantena, invece, essa resta solo nel caso in cui il Covid colpisca un bambino da 0 a 6 anni.

Ovvero, se si presenta in un bambino che frequenta asili nido e materne.

Scuola primaria e secondaria: cosa cambia?

Secondo il documento, se si presenta un caso positivo tra gli alunni, il resto della classe sarà sottoposta a test da protocollo. In caso i test dovessero risultare tutti negativi, gli alunni potranno ritornare in classe.

In presenza di un ulteriore alunno positivo, è prevista sorveglianza con testing per tutti gli alunni risultati negativi o vaccinati negli ultimi 6 mesi.

Mentre per non vaccinati e negativizzati negli stessi 6 mesi è presente la quarantena.

Se si presentano due casi positivi oltre all’insegnate la quarantena sarà estesa a tutta la classe.

Leggi anche:

Photo credit: Unsplash.

author-avatar

Martina Vaggi

Classe 1991, copywriter e scrittrice. Nata a Sale, un paesino in provincia di Alessandria. Scrive dall’età di 10 anni. Nel 2015 si laurea in Lettere Moderne presso l’università di Pavia. Nel 2020 pubblica il suo primo libro "Il diario del silenzio - Storie reali di quarantena" che descrive il processo di cambiamento della vita di 40 persone ai tempi del Covid. Nel 2022 si trasferisce a San Marino per lavorare come copywriter per Docenti.it