Supplenze scuola e secondo lavoro: quando si possono avere entrambi?
Condividi l'articolo

Molti aspiranti docenti si chiedono se sia possibile svolgere delle supplenze scuola mentre si ha un altro lavoro.

Ci sono diverse regole di incompatibilità.
Tuttavia, in certi casi, è possibile.

Ecco come funziona.

Doppio lavoro docenti: si può?

Può succedere che un docente affianchi all’insegnamento un’altra attività, ad esempio collaborazioni con giornali o siti internet, oppure la partecipazione a seminari.

Avere un secondo lavoro è possibile per i docenti, ma SOLAMENTE se questo non è svolto nell’amministrazione pubblica.

Inoltre, per svolgere due lavori insieme, è necessario stipulare un rapporto lavorativo part-time per entrambe le mansioni.

Il secondo lavoro non deve in alcun caso avere ripercussioni sull’attività di insegnamento: vige infatti il concetto dell’incompatibilità.

Il doppio lavoro è inoltre ammesso in caso di lavoro occasionale, ovvero un’attività saltuaria per la quale non vi sia bisogno di Partita IVA.

Il lavoro occasionale può essere affiancato all’insegnamento se:

  • l’attività non è svolta in modo professionale;
  • l’attività è occasionale;
  • non si tratta di un’attività di impresa;
  • è un’attività temporanea.

Detto questo… la possibilità di secondo lavoro vige anche per le supplenze?

È quello che scopriremo qui.

Posso accettare una supplenza se ho già un lavoro?

Anche i supplenti possono svolgere un secondo lavoro se, però, l’incarico scolastico non è superiore al 50% del monte ore complessivo.

Se la supplenza è pari al 50% del monte ore o superiore, è necessario chiedere l’autorizzazione del Dirigente Scolastico.

Ovviamente, il secondo lavoro deve essere di natura privata: infatti, vige sempre l’incompatibilità fra due lavori nel comparto pubblico.

Inoltre, il lavoro nel settore privato deve essere di regime part-time.

Con queste condizioni, quindi, riassumendo:

  • un lavoratore privato può accettare una supplenza;
  • un supplente può accettare un secondo lavoro.

Il tutto vale anche per chi ha ricevuto un incarico tramite MAD (Messa a Disposizione).

Anzi, sono molti gli aspiranti docenti che entrano nel mondo della scuola proprio grazie alla MAD pur continuando ad avere un altro lavoro.

La Messa a Disposizione è quindi un ottimo strumento per iniziare ad insegnare: può essere inviata anche solo possedendo il Diploma di Maturità o la Laurea Triennale.

A questo proposito…

I periodi migliori per ottenere una supplenza

Si avvicinano i periodi più favorevoli per inviare la MAD.

Perché diciamo questo?

E soprattutto: quali prove ci sono a dimostrazione del fatto che ci siano effettivamente dei periodi più favorevoli per l’ottenimento di supplenze scuola?

Le prove vengono date dal fatto che la ricerca di supplenti da parte degli istituti riguarda determinati periodi dell’anno scolastico: tra questi, ovviamente contiamo agosto/settembre e ottobre.

Ma non solo…

Infatti, attualmente le scuole tendono a convocare sempre di più nei periodi di festa: dopo le vacanze di Natale e dopo quelle di Pasqua.

Per questo, tornando alle nostre care e amate supplenze scuola…

Ti diciamo che se non hai mai fatto esperienza nel mondo scuola ma vorresti muovere i tuoi primi passi, puoi cavalcare l’onda e approfittare ORA del periodo al quale stiamo andando incontro!

Natale non è così lontano, infatti: ma tu non devi inviare la tua MAD adesso, no.
Non ti stiamo suggerendo questo, anzi.
Sarebbe solo controproducente, per te.

Tu puoi fare di meglio.

E cioè: puoi programmare ora la tua MAD per il periodo che segue le vacanze di Natale e di Pasqua.

In che modo?

Noi di Docenti.it abbiamo dato la possibilità a tutti coloro che si affidano al nostro servizio di Invio MAD online di attivare anche MAD Plus, il nostro servizio aggiuntivo, che ti consente a soli 16 euro in più di programmare la tua MAD.

Attivando MAD Plus tu avrai diritto ad altri 2 invii programmati e automatici della tua domanda.
Dovrai solo attivare il nostro servizio: entro 24h lavorative riceverai la chiamata da parte del consulente per il riepilogo dei tuoi dati e poi… potrai metterti tranquillo!

Infatti, saremo noi a programmare a inviare automaticamente la tua MAD nei periodi da te indicati.

Vuoi attivare il servizio?
Clicca qui sotto e…

Invia la tua MAD nei periodi migliori dell'anno scolastico

Ma resta ancora un attimo con noi.
Vogliamo finire il discorso che riguarda possibilità di fare un doppio lavoro…

…anche l’aspettativa è un altro modo per poter richiedere di effettuare una differente esperienza lavorativa. Tuttavia ci sono delle regole precise e non tutti possono usufruirne.

Supplenze scuola: come funziona l’aspettativa

L’aspettativa può essere richiesta sia dai docenti con contratto a tempo indeterminato sia con contratto a tempo determinato.

Ma esiste anche un’aspettativa per realizzare una diversa attività lavorativa.
Tuttavia, questa tipologia è fruibile solo dal personale docente di ruolo.

Chi quindi detiene una supplenza ma vuole accettare un altro lavoro, deve per forza dimettersi.

Ricordiamo che chi è stato assunto da GPS, GAE e GI deve rispettare tutte le sanzioni del caso.

Leggi le nostre ultime notizie:

E seguici su Facebook e Instagram.

Photo credit: pixabay.com