TFA Sostegno: quando la preselettiva non serve?
Condividi l'articolo

In alcune Università la preselettiva per il TFA Sostegno VII ciclo, che era stata programmata dal 24 al 27 maggio, è stata annullata.

Il VII ciclo del TFA Sostegno è stato avviato con il Decreto n. 333 del 31 marzo 2022.

In attesa del bando con le indicazioni per la presentazione della domanda, qualcuno si stava informando anche per il pagamento della prova selettiva, poi la notizia dell’annullamento in alcune università.

Vediamo quali.

In quali casi la preselettiva non serve?

Nel caso in cui vi sia un numero degli iscritti inferiore o uguale al doppio dei posti disponibili.

La pre-selezione per il TFA Sostegno,
che serve a scremare e determinare i candidati in grado di sostenere la prova effettiva
per il conseguimento della specializzazione,
ha comunque la sua importanza, appunto in presenza di un numero di candidati notevole.

Dato che alcune università hanno già chiuso i bandi, per queste è stato possibile verificare l’esatto numero di candidati che hanno fatto domanda.

La situazione che si è delineata per alcune università dopo il conteggio degli iscritti per il TFA Sostegno, ha portato ad annullare la prova preselettiva nel caso:

il numero di iscritti al bando di selezione, indipendentemente dal singolo grado di scuola,
risultasse minore o uguale al doppio dei posti disponibili.

Ci sono altri casi in cui è possibile richiedere l’esonero.

Ecco quali.

Aspiranti beneficiari

Un articolo della legge 104/92 prevede che: “La persona handicappata affetta da invalidità uguale o superiore all’80% non è tenuta a sostenere la prova preselettiva eventualmente prevista“.

Chi ha superato la prova del ciclo precedente

I candidati che, seppur hanno superato la prova del VI ciclo, a causa delle misure sanitare da Covid 19 non hanno potuto proseguire l’iter.

Candidati con servizio su sostegno

Candidati che hanno svolto servizio sul sostegno per almeno 3 annualità (anche non consecutive) negli ultimi dieci anni sullo stesso posto del grado riferito nella procedura.

Quanto conta il punteggio della preselettiva?

Una nota del 13 agosto 2020 riporta quanto segue:

Il punteggio del test preselettivo di tutte le tipologie di candidati ammessi
direttamente alla prova scritta, non è computato ai fini della predisposizione della graduatoria degli
ammessi al corso
“.

Seguiranno aggiornamenti.

Leggi anche:

Nuovo reclutamento docenti: “abbiamo costruito un percorso chiaro”

Concorso ordinario secondaria: ancora errori nei quesiti

Domanda di mobilità: come avviene la comunicazione dei movimenti?

E seguici su Facebook e Instagram

author-avatar

Francesca Renzetti

Mi occupo di copywriting dal 2007. Inizio il mio viaggio dal web per poi approdare a tutte le sfumature di questa professione: dalla realizzazione di testi per depliant o brochure, all’ideazione di campagne pubblicitarie, ai testi di radiocomunicati e articoli redazionali. In particolare scopro che mi piace comunicare l’anima di un Brand ed usare le parole per farlo vibrare nelle persone!