Ferie personale ATA: ecco la formula esatta per calcolarle

Ecco il metodo per calcolare le ferie personale ATA per i contratti fino al 31 dicembre.

Leggi l’articolo completo.

Come si calcolano ferie personale ATA

Il personale ATA con supplenza Covid fino al 31 dicembre può seguire una precisa formula per calcolare i giorni di ferie maturati, così da avere un’idea precisa prima dello scadere del contratto.

Ovviamente, ci auguriamo che avvenga la cosiddetta proroga dei contratti, senza la quale molti addetti verrebbero lasciati a casa e molti istituti scolastici rimarrebbero sprovvisti di personale.

Leggi anche: Proroga contratti personale ATA: 30mila ATA rischiano il posto entro dicembre.

Ma per fare più chiarezza sulla questione ferie, specifichiamo quanto segue: i giorni maturati delle supplenze a tempo determinato sono proporzionali al servizio svolto.

Per sapere il numero esatto di giorni di ferie accumulati è necessario effettuare la seguente, precisa proporzione:

360 : 30/32 = n° dei giorni di servizio : x

Così facendo, un supplente personale ATA potrà conoscere quanti giorni di ferie ha a disposizione prima del termine del contratto.

Personale ATA MAD 2021

La situazione che riguarda la scadenza dei contratti Covid di fine dicembre del personale ATA è alquanto seria.

A partire da gennaio, infatti, molti istituti rischiano di rimanere sprovvisti di un organico pari a 30mila persone.

Questa situazione, per quanto spiacevole per molte persone, potrebbe diventare un’occasione per chiunque voglia candidarsi come personale ATA nelle scuole.

Infatti, per sopperire alla mancanza di personale e anticipare così le esigenze degli istituti, è consigliabile inviare la propria domanda di Messa a Disposizione.

Se sei interessato a lavorare come personale ATA e vorresti incominciare un percorso lavorativo all’interno della scuola, puoi candidarti già da oggi.

In questo modo, potresti avvantaggiarti rispetto ad altri candidati.
E ottenere così incarichi di supplenza entro gennaio.

Approfittane!

Invia la tua MAD online

Approfondisci l’argomento:

Photo credit: Pexels.