Graduatorie GPS: Anief avanza emendamenti per l’aggiornamento
Condividi l'articolo

Anief si confronta con la Commissione di competenza del Senato: le graduatorie GPS hanno bisogno di essere rimodellate e semplificate.

Sono tre gli emendamenti principali presentati, ma il presidente Marcello Pacifico illustra anche nuove richieste.

Vediamo quali.

Graduatorie GPS: le richieste di Anief al voto del Senato

Anief si confronta con la Commissione di competenza del Senato per presentare gli emendamenti relativi all’aggiornamento delle graduatorie GPS.

Ma non solo.

Il sindacato parla infatti di tre principali punti:

  • aggiornamento delle graduatorie GPS
  • proroga dell’organico Covid
  • assegnazione provvisoria slegata dai vincoli triennali per i trasferimenti

Vediamo nel dettaglio il testo dei tre emendamenti, ora al vaglio della V Commissione Bilancio del Senato.

Primo emendamento per le graduatorie GPS

Il primo emendamento presentato da Anief parla delle graduatorie GPS.

Nello specifico, vuole semplificare le operazioni di aggiornamento delle Graduatorie per le Supplenze
e delle Graduatorie di istituto.

Riportiamo il testo degli emendamenti (19.3, 19.8, 19.16):

  • 19.3, Verducci:

Dopo il comma 2, inserire i seguenti:

«2-bis. All’articolo 2, comma 4-ter, del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 22, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 giugno 2020, n. 41, dopo le parole: ”e per gli anni scolastici 2020/2021 e 2021/2022,” inserire le seguenti: ”nonché per il primo aggiornamento da dispone nell’anno scolastico 2021/2022.”».

  • 19.8, De Lucia, Montevecchi, Russo, Vanin, Trentacoste

Dopo il comma 3, inserire il seguente:

«3-bis. In considerazione dell’emergenza epidemiologica da COVID- 19, al fine di garantire il regolare avvio dell’anno scolastico 2022/2023 e di assicurare il tempestivo rinnovo e aggiornamento triennale entro il i settembre 2022 delle graduatorie di cui di cui all’articolo 4, commi 6-bis e 6-ter, della legge 3 maggio 1999, n. 124 e successive modificazioni, all’articolo 2, comma 4-ter, del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 22, convertito con modificazioni dalla legge 6 giugno 2020, n. 41, le parole: ”2020/2021 e 2021/2022, anche in deroga all’articolo 4, comma 5, della predetta legge, con ordinanza”, 122 sono sostituite dalle seguenti: ”2020/2021, 2021/2022, 2022/2023, 2023/2024 e 2024/2025 anche in deroga all’articolo 4, comma 5, della predetta legge, sia per il primo biennio di validità che per il successivo aggiornamento e rinnovo triennale, con una o più ordinanze.”».

  • 19.16, Pittoni, Ferrero, Rivolta, Faggi, Testor, Tosato

Dopo il comma 3, aggiungere il seguente:

«3-bis. All’articolo 2, comma 4-ter, del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 22, convertito con modificazioni dalla legge 6 giugno 2020, n. 41, le parole: ”2020/2021 e 2021/2022, anche in deroga all’articolo 4, comma 5, della predetta legge, con ordinanza,” sono sostituite dalle seguenti: “’2020/2021, 2021/2022 e 2022/2023, anche in deroga all’articolo 4, comma 5, della predetta legge, con una o più ordinanze sia per il primo biennio di validità che per il successivo aggiornamento e rinnovo”»

Fonte: OrizzonteScuola

Contratti Covid: secondo emendamento

Il secondo emendamento presentato riguarda i contratti Covid: si richiede al Governo di prorogarli ufficialmente.

Nella pratica, Anief sollecita quindi il Governo a trovare i finanziamenti per il pagamento di circa 40mila contratti.

Ecco il testo dell’emendamento:

19.31, Iannone, Calandrini, De Carlo

Dopo il comma 3, inserire il seguente:

«3-bis. Al primo periodo del comma 326 dell’articolo 1 della legge 30 dicembre 2021, n. 234 le parole: ”può essere prorogato” sono sostituite con le seguenti: ”è prorogato”».

Ultimo emendamento: assegnazioni provvisorie

L’ultimo emendamento del sindacato si rivolge alle assegnazioni provvisorie.

Si propone la distinzione dell’istituto di assegnazione provvisoria dal vincolo triennale,
in relazione alle domande di trasferimento.

Sostanzialmente, si vuole eliminare il vincolo triennale per tali assegnazioni.

Qui il testo:

19.12 (testo 2), Pittoni, Ferrero, Rivolta, Faggi, Testor, Tosato

Dopo il comma 3 aggiungere i seguenti commi:

«3-bis. ”All’articolo 17 del decreto legislativo 31 dicembre 2009, n. 213, dopo il comma 1 è inserito il seguente:1-bis. Nelle more dell’adeguamento dello statuto dell’Istituto nazionale per la valutazione del sistema di istruzione e di formazione (INVALSI), è da intendersi che, qualora sia nominato presidente dell’istituto un suo dipendente, il trattamento economico fondamentale del dipendente continua ad essere corrisposto, insieme alla indennità di carica.

3-ter. Ai fini dell’ampliamento dei titoli universitari abilitanti ai sensi dell’articolo 4 della legge 8 novembre 2021, n. 163, e in coerenza con gli obiettivi della Riforma 1.6 della componente M4C1 del Piano nazionale di ripresa e resilienza di cui al regolamento (UE)2021/241 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 12 febbraio 2021, per le classi di laurea che danno titolo all’accesso alla professione di agrotecnico ai sensi dell’articolo 55 del decreto del Presidente della Repubblica 5 giugno 2001, n. 328, il tirocinio è svolto all’interno del corso di studio.

3-quater. Al comma 3 dell’articolo 13 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59, dopo le parole “due anni” aggiungere il seguente periodo: “Il medesimo personale può presentare domanda di assegnazione provvisoria e utilizzazione tanto nell’ambito della provincia di appartenenza che per altra provincia; ugualmente può accettare il conferimento di supplenza per l’intero anno scolastico per altra tipologia o classe di concorso per le quali abbia titolo.”

3-quinquies. Il termine di cui all’articolo 1, comma 958 della legge n. 234 del 30 dicembre 2021, relativo alla nomina dei docenti di posto comune e di sostegno, è prorogato al 31 gennaio 2022.»

Ulteriori richieste

Ma le richieste di Marcello Pacifico, presidente di Anief, non finiscono qui.

Durante l’audizione con la Commissione, Pacifico illustra ulteriori petizioni:

  • utilizzazione delle GPS per l’assegnazione dei ruoli
  • inserimento dell’organico Covid nell’organico di diritto
  • possibilità dei neo-assunti da GPS di partecipare alla mobilità insieme agli altri esclusi.
graduatorie GPS

Graduatorie GPS: novità sull’aggiornamento?

I sindacati stanno parlando di una
riapertura graduatorie GPS nei mesi di marzo-aprile.

È da giorni, ormai che circola questa voce.
Ma, anche su questo punto, ci sono seri dubbi in merito.

In effetti, per molti non avrebbe senso riaprire le graduatorie quando l’anno scolastico è ancora in corso.
Avrebbe più senso logico riaprire le graduatorie nel mese di giugno-luglio, come si era detto nei mesi scorsi.
E, esattamente, come era accaduto per lo scorso aggiornamento.

Molti docenti si aspettano questo.
Ma, come ben saprai, noi non possiamo dare indicazioni chiare, soprattutto dal momento in cui non è ancora stata presa una decisione in merito da parte del MIUR.

La strada che annuncia una possibile data (o un possibile periodo) di riapertura delle graduatorie sembra essere ancora molto lunga, purtroppo.

Ma…

Se sei un docente che vuole aggiornare il proprio posizionamento,
oppure un aspirante che vuole inserirsi per la prima volta,
è molto probabile che tu sia alla ricerca di risposte
che possano aiutarti a capire cos’è meglio fare nell’attesa.

E quindi… continua a leggere.

Preparati al meglio per la riapertura graduatorie: come?

Prepararsi alla riapertura delle graduatorie GPS può significare solo due cose:

  • devi impegnarti nell’ottenere un posizionamento più alto;
  • e devi agire fin da subito.

E in che modo puoi farlo?

Considera che per riuscire a maturare un posizionamento degno di una convocazione da parte delle scuole, devi puntare su due principali aspetti:

  • aumentare il tuo punteggio;
  • scegliere la provincia migliore per la tua situazione specifica.

Per riuscire a percorrere queste due strade devi avere un asso nella manica, un plus che ti consenta di sapere che stai facendo la cosa giusta, che non stai sbagliando in niente.

Anche perché, come ben saprai, commettere degli errori nell’inserimento graduatorie
può portarti ad una sola conseguenza: il depennamento.

Per questo motivo, devi avere ben chiaro quali sono i passi che devi compiere per poterti muovere nel modo giusto, da qui al momento in cui le graduatorie riapriranno.

E per farlo devi avere la giusta strategia.

Ma in che modo la puoi ottenere?

Affidandoti solo ad InCattedra, il protocollo che ti consente di capire:

  • quali sono i passi che ti mancano per arrivare preparato alla riapertura graduatorie;
  • qual è la tua posizione attuale e quale posizionamento potresti ottenere, in futuro;
  • su quale provincia potrai ottenere un posizionamento più alto per la tua Classe di Concorso e per la tua situazione specifica.

Punteggio e scelta della provincia
sono alcuni degli aspetti fondamentali sui quali devi puntare
per poterti inserire in graduatoria con un posizionamento migliore.

E sono alcuni degli aspetti che uno dei nostri consulenti esperti valuterà, se deciderai di affidarti ad InCattedra.
Il consulente ti seguirà per un’ora di consulenza telefonica, durante la quale analizzerà la tua situazione specifica, in modo tale da poter trovare la migliore strategia per consentirti di scalare le graduatorie quando riapriranno.

Hai una Laurea magistrale e i 24 CFU?
Vuoi davvero diventare un insegnante e ottenere incarichi per il prossimo aggiornamento graduatorie?

Ma, soprattutto…

Vuoi davvero scoprire dove puoi posizionarti al meglio in graduatoria?

Chiedi… e ti sarà dato
!

Scopri come ottenere un posizionamento più alto in graduatoria

Vuoi rimanere aggiornato su ulteriori novità riguardanti l’aggiornamento graduatorie?
Leggi anche:

Photo credit: pexels.com