Riapertura graduatorie scuola: cambieranno i punteggi delle certificazioni?

Riapertura graduatorie scuola: cambieranno i punteggi delle certificazioni?
Condividi l'articolo

In previsione della prossima riapertura graduatorie scuola i punteggi delle certificazioni acquisite rimarranno gli stessi?

Ecco una delle domande più frequenti che gli aspiranti docenti ci pongono.

Ne diamo risposta in questo articolo.

Quando riapriranno le graduatorie provinciali?

Dubbi, incertezze, indecisioni.

Questo è il clima nel quale navigano i docenti (e gli aspiranti),
tutte le volte che si apre il discorso “riapertura graduatorie scuola”.

Lo sappiamo.
Perché questo clima avvolge anche noi, che ci occupiamo da oltre 6 anni di aiutare docenti e neolaureati ad entrare nel mondo scuola.

È da tanto tempo che siamo leader in questo settore, eppure, tutte le volte che, in questo ultimo mese, abbiamo affrontato questo argomento nelle nostre comunicazioni, non abbiamo mai saputo dare indicazioni precise che potessero aiutare i docenti che quotidianamente si rivolgono a noi.

Gli aspiranti docenti che si interfacciano con noi vogliono risposte a domande che, giustamente pongono.

Quando verranno riaperte le graduatorie?
Se mi laureo a giugno, e le graduatorie dovessero riaprire a luglio, ce la farò ad inserirmi?
È possibile inserirsi con riserva?

E ancora: il punteggio delle certificazioni che ho acquisito cambierà con il prossimo aggiornamento?

Tutte domande lecite, considerato il fatto che, attualmente, sono più di 700mila i docenti che stanno aspettando notizie certe sul prossimo aggiornamento graduatorie.

… Notizie che, ovviamente, tardano ad arrivare.

E, su questo fronte, purtroppo, noi non possiamo fare altro che essere sinceri, come sempre.

Non sappiamo quando le graduatorie GPS riapriranno.

Sappiamo solo che i vari partiti politici e i sindacati scuola si stanno battendo affinché vengano riaggiornate quest’anno.

Per il momento, non possiamo fare altro che mettervi al corrente di questi ultimi sviluppi.

… Ma c’è anche un’altra cosa che possiamo fare.

Continua a leggere.

Riapertura graduatorie scuola: cambierà il punteggio dei titoli?

Una delle domande più frequenti che gli aspiranti docenti ci pongono è questa:

quando verranno riaggiornate le graduatorie,
il punteggio delle certificazioni cambierà di nuovo?

I docenti e gli aspiranti che ci pongono questa domanda si riferiscono alle certificazioni informatiche e linguistiche, e a tutti i titoli che hanno conseguito fino ad oggi, in previsione della riapertura graduatorie di quest’anno.

Certi del fatto che le graduatorie sarebbero state riaggiornate nel 2022
(come era stato precedentemente annunciato),
questi docenti hanno conseguito Master, Corsi di Perfezionamento,

certificazioni linguistiche, Informatiche, CLIL e così via,
con la speranza di acquisire punteggio utile per inserirsi in graduatoria al meglio.

E noi abbiamo sempre incoraggiato questi docenti.
E continueremo a farlo, anche ora.

Questo anche se, attualmente, non sappiamo se i punteggi varranno per questo aggiornamento graduatorie.
Non lo sappiamo.
Il Ministero non ha dato indicazioni a riguardo.
E, se mai le darà, è probabile che lo farà poco tempo prima di annunciare la riapertura graduatorie.

Perché diciamo questo?

Perché è già accaduto in passato.
Esattamente come è già accaduto che la data di riapertura delle graduatorie GPS venisse annunciata poche settimane prima, con il tutto il caos che ne consegue.

Purtroppo, in questo momento non possiamo dare certezze.
Ma possiamo dire come stanno veramente le cose.

E le cose stanno così:

se, attualmente, tu sei inserito con un punteggio basso in graduatoria
oppure vuoi inserirti ma non hai ancora tutti gli strumenti per posizionarti al meglio,
tu non verrai convocato per insegnare.

E perderai due anni di supplenze (di lavoro e di stipendio).
Questo è quanto sappiamo.

Per inserirti in graduatoria al meglio tu devi assolutamente puntare ad accumulare tutte le frecce che puoi per il tuo arco.

E questo che cosa significa?

Significa che devi puntare ad ottenere una strategia sulla base della tua situazione specifica,
che ti consenta di migliorare il tuo posizionamento.

Ma cosa si intende con “strategia”?

riapertura graduatorie scuola

La migliore strategia per inserirti in graduatoria

Inserirsi in graduatoria al meglio è possibile.
E lo è anche ottenere un posizionamento ottimale,

che ti consenta di scalare le graduatorie.

Ma in che modo puoi essere sicuro che otterrai un posizionamento tale da consentirti l’ottenimento di un incarico di supplenza sicuro?

Grazie al nostro nuovo servizio InCattedra.

Grazie a questo innovativo protocollo, tu potrai scoprire il tuo migliore posizionamento su 6 diverse province.
Stiamo parlando del posizionamento ottimale che tu avrai sulla base della Classe di Concorso alla quale la tua laurea conferisce accesso e sulla base della tua situazione specifica.

Con “situazione specifica” noi ci riferiamo al bagaglio di competenze che hai accumulato e alle supplenze che hai già svolto: se hai già conseguito titoli di studio, Master, Corsi di Perfezionamento o certificazioni, tutto questo rappresenta quel numero consistente di frecce per il tuo arco, del quale ti parlavamo nel paragrafo precedente.

Se, invece, ancora non ti sei inserito in graduatoria e non hai potuto maturare supplenze o conseguire corsi, InCattedra ti servirà proprio per capire dove sono le tue mancanze: ovvero, quali sono i passi che devi ancora compiere per ottenere un ottimo posizionamento!

Scopri la provincia migliore per inserirti in graduatoria

Ma lasciaci spiegare nel dettaglio in che cosa consiste questo protocollo:

InCattedra ti consente di:

  1. ottenere una consulenza telefonica di un’ora con uno dei nostri consulenti esperti, che ti indicherà la migliore strategia da attuare per scalare le graduatorie;
  2. verificare la tua posizione attuale in graduatoria e quella che avrai, se seguirai i nostri consigli;
  3. ottenere un Piano Carriera con indicati i passi che dovrai compiere e un report dettagliato, che ti indicherà il percorso che devi seguire per posizionarti al meglio in graduatoria;
  4. vedere con i tuoi occhi quale posizionamento potrai ottenere su 6 diverse province!

La scelta della provincia è di importanza cruciale, se vuoi davvero avere maggiori chance di scalare le graduatorie!
Oltre al fatto che devi avere anche una forte determinazione, un’incrollabile corazza di grinta e passione per la strada che hai intrapreso.

Ti servirà, stanne certo, dal momento che, purtroppo, la strada per diventare insegnante è costellata da ostacoli, che altro non sono se non un insieme aggrovigliato di dubbi e incertezze, date dal sistema scolastico!

Il che, ci riporta all’argomento centrale dell’articolo…

Noi non possiamo dirti con esattezza se questi punteggi cambieranno oppure no.
Forse non possiamo darti questa certezza.

Ma possiamo dirti senza ombra di dubbio, che tentare è meglio che rimpiangere.

Possiamo dirti che il tuo obiettivo dev’essere quello di tentare il tutto per tutto.
Provarci fino in fondo.
Metterti in gioco.
Lottare fino alla fine, a prescindere dal risultato.

Non puoi pensare di basarti sempre sui tempi che altri stabiliscono per te.
Non puoi pensare di aspettare i comodi del Miur e perdere delle occasioni così importanti.

Ad esempio: l’occasione di fare quello che è necessario per la tua crescita e per il tuo futuro lavorativo.

Non puoi rischiare di rimanere immobile, ad attendere che le occasioni ti passino davanti…

… Senza fare nulla per afferrarle.

Non puoi permetterti di rischiare di rimanere a mani vuote.
Per questo devi agire ora.
Ma non possiamo farlo noi al posto tuo. Devi farlo tu, per te stesso.

Noi possiamo indicarti la via…
… Ma sei tu che devi percorrerla.

Attiva subito InCattedra

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità riguardo le graduatorie GPS?
Allora leggi anche:

Photo credit: Pixabay

author-avatar

Martina Vaggi

Classe 1991, copywriter e scrittrice. Nata a Sale, un paesino in provincia di Alessandria. Scrive dall’età di 10 anni. Nel 2015 si laurea in Lettere Moderne presso l’università di Pavia. Nel 2020 pubblica il suo primo libro "Il diario del silenzio - Storie reali di quarantena" che descrive il processo di cambiamento della vita di 40 persone ai tempi del Covid. Nel 2022 si trasferisce a San Marino per lavorare come copywriter per Docenti.it