Graduatorie scuola: inserito in GPS da 10 anni ma mai una convocazione. Perché?

Graduatorie scuola: inserito in GPS da 10 anni ma mai una convocazione. Perché?
Condividi l'articolo

È accaduto per le graduatorie scuola provinciali: un docente è rimasto inserito per 10 anni senza mai ricevere una supplenza.

Ma perché è successo questo?

Che cosa incide nella convocazione da graduatoria?

Lo vediamo insieme.

Graduatorie scuola: perché non vengo convocato?

È accaduto per davvero.

Un aspirante docente ci ha contattato solo qualche giorno fa, raccontandoci la sua storia.

Inserito in graduatoria GPS da 10 anni, non è mai stato contattato per ricevere una supplenza.
Neppure una breve.


Mai, neanche per sbaglio.

È stato il nostro consulente Simone a prendere in carico il suo percorso.

All’inizio, nemmeno lui ci credeva.

Poi…

Ha iniziato a prendere confidenza con la sua situazione specifica.
A prendere visione dei suoi titoli di studio, e dei punti da lui accumulati nel corso degli anni.

A quel punto, Simone ha subito capito.

L’aspirante docente (del quale non indicheremo il nome per una questione di privacy)
non era mai stato chiamato per una supplenza a causa di motivi ben specifici.

Prima di tutto, aveva commesso diversi errori nell’inserirsi in graduatoria (a sua insaputa, ovviamente): errori che non avevano portato al suo depennamento, ma l’avevano condotto a restare seduto per anni senza una convocazione.

Un esempio? Il fatto che aveva inserito certificazioni e titoli non accreditati Miur e, quindi, non validi.

Poi, bisogna considerare il fatto che il suo punteggio di partenza era molto basso, dal momento che il suo titolo di studio (una Laurea magistrale in Giurisprudenza) fosse stato conseguito con un voto non molto alto (80/110). Questo l’aveva portato ad inserirsi in graduatoria con un punteggio non molto promettente.

Inoltre, non avendo fatto supplenze, non aveva potuto maturare alcun punteggio.
Il tutto, condito dal fatto che, nel corso del tempo, non aveva deciso di conseguire altre certificazioni, Master o Corsi di Perfezionamento.

In questo modo, la sua situazione già di per sé precaria era apparsa… disperata.

Ma non agli occhi di Simone.

Il nostro consulente, con alle spalle oltre 6 anni di esperienza nel settore scuola,
ha subito capito quali erano le mancanze del docente.

Ed è subito corso ai ripari.

Provincia e punteggio: quanto contano?

Come Simone ha subito spiegato all’aspirante docente, il fatto di rimanere ancorato in graduatoria per molto tempo non è indice di una convocazione sicura.

Non è che rimanere inserito in GPS per molti più anni
(rispetto ad altri colleghi docenti)
ti possa garantire di essere convocato per un qualche “diritto di anzianità”.

Tutt’altro, anzi.

Le uniche cose che contano ai fini di una convocazione in graduatoria sono rappresentate da:

  • il punteggio accumulato;
  • e la provincia di inserimento.

Questi sono i punti cardine per aprire le porte di una supplenza:
punteggio e graduatoria.

Questo è quello che Simone ha subito spiegato all’aspirante docente.

E si è subito messo in moto per creargli un Piano Carriera adatto alla sua situazione specifica.

Ma che cos’è un Piano Carriera?

Se sei nella situazione dell’aspirante docente che ci ha contattato, il Piano Carriera rappresenta esattamente la soluzione a tutti i tuoi guai.

Perché diciamo questo?

Perché il Piano Carriera rappresenta la costruzione del tuo percorso
per accedere alla prossima riapertura
delle graduatorie provinciali preparato e perfettamente in tempo.

Dal momento che noi sappiamo che il prossimo aggiornamento graduatorie non ha ancora una data ben definita (ma che, con ogni probabilità si verificherà nell’estate 2022), il tempo per prepararsi al meglio è poco.

Infatti, per poter aumentare il tuo punteggio hai bisogno di un tempo limite di almeno 5 mesi, che ti consenta di seguire la guida che otterrai, assieme al Piano Carriera.

Questo, ovviamente, potrà succedere solo se deciderai di affidarti a noi.

E affidarsi a noi significa attivare il nuovo protocollo InCattedra, ideato per consentire a chi è già inserito in graduatoria (e a chi si deve ancora iscrivere) di massimizzare le proprie possibilità di ottenere una convocazione.

Affidandoti a questo protocollo ti affiderai anche a consulenti preparati ed esperti (come Simone), che ti dedicheranno un’ora di consulenza telefonica, durante la quale prenderanno visione della tua situazione specifica, senza tralasciare niente.

Solo in questo modo, potranno capire quali sono i passi che devi ancora compiere e potranno consegnarti un report con indicate le migliori 6 province nelle quali otterrai un posizionamento più alto.

Ottieni il tuo Piano Carriera

Pensi che la provincia nella quale inserirti non abbia un peso specifico per la tua situazione in graduatoria?

Allora, forse, dovresti continuare a leggere.

graduatorie scuola

Graduatorie scuola: la provincia migliore in cui inserirti

La provincia nella quale inserirti rappresenta una scelta fondamentale
per il tuo futuro come docente.


E determinerà le tue possibilità di ottenere incarichi di supplenza o meno.

Scoprendo su quale provincia puoi posizionarti al meglio, riuscirai a massimizzare le tue possibilità di ottenere una convocazione… rispetto a milioni di candidati posizionati come te, se non meglio, sulla provincia dove sei sempre stato inserito!

La scelta della provincia è troppo importante per essere lasciata al caso.

Ci sono, infatti, province dove potresti ottenere un posizionamento più alto (generalmente, sono quelle più piccole, con un numero di docenti inseriti inferiori) e province dove potresti smarrirti, perso nella marea di docenti già inseriti lì.

Questo, solitamente riguarda le province più grandi (come Milano, Roma, Firenze…): nelle province maggiori, infatti, le possibilità di convocazioni sono fattibili solo se sei inserito con un punteggio di partenza già molto alto!

Ma non dipende tutto solo dalla provincia.

Infatti, il tuo posizionamento in graduatoria su quella determinata provincia
dipende anche dalla Classe di Concorso con la quale sei inserito.

Se sei inserito su una determinata provincia con una Classe di Concorso rara e più ricercata (come la A-20, ad esempio), è molto probabile che tu riuscirai ad ottenere incarichi: anche se ti sei inserito in una provincia enorme, come Milano!
A questo, ovviamente, bisogna considerare anche il punteggio con il quale sei inserito.

Se, invece, sei inserito su una provincia molto grande ma con una Classe di Concorso molto satura, come la A-46 (e questo era il caso del docente di cui ti abbiamo parlato nel primo paragrafo), beh… in quel caso, anche se tu avessi un punteggio molto alto, le tue speranze di convocazione sarebbero molto scarse.

E questo è esattamente quello che il nostro consulente Simone ha spiegato all’aspirante docente.

Cominci a capire quanto conta affidarti ad un esperto, che possa compiere una valutazione in toto della tua situazione specifica?

Scopri la provincia migliore in graduatoria

Per questo motivo, ti parliamo di InCattedra, un protocollo che ti consentirà di avere a tua disposizione un consulente che si prenderà cura della tua situazione specifica… e ti indicherà quali sono le 6 migliori province sulle quali potrai ottenere un posizionamento più alto!

Attivando InCattedra tu riuscirai a:

  • verificare la tua posizione attuale in graduatoria e quella che avrai, se seguirai i nostri consigli;
  • scoprire in quali 6 province potresti posizionarti al meglio;
  • ottenere una consulenza telefonica di un’ora con uno dei nostri consulenti esperti, che ti indicherà la migliore strategia da attuare per scalare le graduatorie;
  • ottenere un report personalizzato che diventerà la tua Bibbia per riuscire a muovere i passi nella giusta direzione… e ottenere incarichi di supplenza, una volta che le graduatorie saranno aperte!

Attivando InCattedra tu otterrai una guida strategica,
in grado di consegnarti direttamente le armi vincenti
per sapere come muoverti da qui fino a quando le graduatorie riapriranno.

Potrai scoprire esattamente quello che dovrai fare, ottenendo un Piano Carriera cucito su misura in base alla tua situazione specifica.

Quello che devi fare è semplicemente agire adesso.

Devi muoverti ora che hai ancora tempo.
Se le graduatorie verranno riaperte a luglio, hai ancora pochi mesi che ti separano da questo evento.

E il tempo per seguire il percorso indicato a te non ti basterà, se aspetterai ancora prima di agire.

Scegli di affidarti a qualcuno che si prenda cura del tuo percorso.

Non devi fare tutto da solo, non è questo quello che ci si aspetta da te.
E neanche quello che tu dovresti pretendere da te stesso.

Piuttosto, dovresti pretendere di riuscire ad ottenere quello che ti meriti.

Riuscire, finalmente, ad avere una convocazione e insegnare!

Scopri InCattedra

Vuoi rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità delle graduatorie GPS?
Allora leggi anche:

Photo credit: Pexels.

author-avatar

Martina Vaggi

Classe 1991, copywriter e scrittrice. Nata a Sale, un paesino in provincia di Alessandria. Scrive dall’età di 10 anni. Nel 2015 si laurea in Lettere Moderne presso l’università di Pavia. Nel 2020 pubblica il suo primo libro "Il diario del silenzio - Storie reali di quarantena" che descrive il processo di cambiamento della vita di 40 persone ai tempi del Covid. Nel 2022 si trasferisce a San Marino per lavorare come copywriter per Docenti.it