Messa a Disposizione ultime notizie: perché inviare la MAD ora
Condividi l'articolo

Messa a Disposizione ultime notizie: perché è consigliabile candidarsi con la MAD in questo periodo e in questo preciso momento?

Lo scopriamo in questo articolo.

Quando presentare Messa a Disposizione

È già passato un mese dall’inizio della scuola.

Dal 27 settembre il Miur ha rettificato la nota emessa in precedenza, affermando che, ora, anche chi è iscritto in GPS può inviare la MAD.

In tutto questo trambusto di note del Miur, algoritmi e graduatorie, molti docenti o aspiranti si chiedono ancora se possono effettivamente inviare la loro domanda di Messa a Disposizione, anche se iscritti in GPS.

Altri, invece, hanno ancora dubbi sul fatto che la MAD funzioni davvero.

Messa a Disposizione ultime notizie: le scuole hanno esaurito le graduatorie

Il panorama scolastico di oggi è un’intricata giungla piena di insidie.

Infatti, se in alcune province gli istituti stanno ancora scorrendo le GPS per convocare i supplenti, altri stanno procedendo alle convocazioni da GI.

Tutti gli altri, poi, stanno già chiamando da Messa a Disposizione.

Questo perché?

Perché, nella maggior parte delle scuole, mancano ancora moltissimi docenti.
Ci sono poi altri istituti dove i docenti convocati da GPS rifiutano il ruolo.

Questa è una notizia molto positiva per chiunque abbia l’aspirazione a candidarsi nelle scuole tramite domanda di Messa a Disposizione.

In questa situazione caotica, tanti sono i docenti che hanno realmente bisogno di inserirsi nel mondo scuola per lavorare.

La situazione odierna e la recente nota del Miur ti consente di inviare la domanda di Messa a Disposizione per assicurarti un posto come supplente.

Il fatto che molte scuole siano ancora a corto di insegnanti, rende questo periodo il più propizio per candidarti con la Messa a Disposizione.

Vuoi cogliere questa opportunità?

Invia la tua MAD online

Leggi anche:

Photo credit: Unsplash.

author-avatar

Martina Vaggi

Classe 1991, copywriter e scrittrice. Nata a Sale, un paesino in provincia di Alessandria. Scrive dall’età di 10 anni. Nel 2015 si laurea in Lettere Moderne presso l’università di Pavia. Nel 2020 pubblica il suo primo libro "Il diario del silenzio - Storie reali di quarantena" che descrive il processo di cambiamento della vita di 40 persone ai tempi del Covid. Nel 2022 si trasferisce a San Marino per lavorare come copywriter per Docenti.it