Puoi entrare nella scuola con la MAD?
Condividi l'articolo

É davvero possibile essere assunti da MAD?

Sì, ma ci sono delle strategie da utilizzare per poter avere più possibilità di convocazione per le supplenze.

E tu sai come comportarti? Ecco tutto ciò che devi sapere.

MAD: come funziona la domanda di Messa a Disposizione

Le scuole hanno iniziato a ricercare supplenti e molti aspiranti docenti si stanno chiedendo se si può realmente entrare a scuola con l’invio della domanda di Messa a Disposizione…

Essere convocati da MAD non è di certo facile, ma per aumentare le tue possibilità dovresti seguire alcuni accorgimenti.

Innanzitutto, la domanda di Messa a Disposizione è un’istanza informale che un docente o aspirante docente può presentare alle scuole per rendersi disponibile ad incarichi di supplenza.

Le scuole utilizzano le MAD solamente dopo aver esaurito le classiche graduatorie per le supplenze: GAE, GPS e GI.

Quindi, se vuoi essere tra i primi ad essere chiamati attraverso la Messa a Disposizione, devi assolutamente trovare delle strategie.

Ma il dubbio rimane: visti i tantissimi iscritti nelle graduatorie, è davvero possibile essere chiamati?

Convocati da MAD: le testimonianze

Docenti.it si occupa da vari anni di aspiranti docenti che vogliono far parte del mondo scuola.

E attraverso il suo servizio di MAD Online, ha aiutato tantissimi ragazzi a raggiungere questo obiettivo.

É il caso di Lorenzo e Elisa, convocati da domanda di Messa a Disposizione dopo pochissimo tempo dal primo invio.

Lorenzo non era ancora laureato: a soli 22 anni è stato convocato per due supplenze a gennaio, dopo aver inviato la sua domanda di Messa a Disposizione a dicembre.

Per leggere la sua testimonianza, visita questo articolo.

Elisa, invece, è stata convocata esattamente il giorno dopo l’invio della MAD Online con Docenti.it (leggi qui).

Quindi, essere assunti attraverso la domanda di Messa a Disposizione è del tutto possibile.

Ma come mai alcuni aspiranti vengono chiamati e altri no?

Come ti abbiamo già spiegato, l’utilizzo della MAD dipende dalle esigenze delle singole scuole…

Eppure qualcosa puoi fare: ecco i nostri consigli.

Essere convocati da MAD: come fare?

Le scuole analizzano attentamente la tua istanza: se ci sono degli errori, passano a quella sucessiva.

La MAD è quindi un biglietto da visita che gioca un ruolo fondamentale: può decretare il tuo destino.

Per questo Docenti.it ha ideato una piattaforma che ti permette di inviare la MAD direttamente Online e con l’attenta supervisione di consulenti specializzati.

In questo modo non potrai commettere errori e la tua domanda di Messa a Disposizione sarà perfetta.

Il servizio è velocissimo:

  • riceverai una telefonata da un consulente Docenti.it entro 48h lavorative dopo la compilazione della MAD direttamente in piattaforma;
  • si procede con l’invio automatico della domanda direttamente a tutti gli istituti della provincia scelta da te;
  • riceverai un report dove saranno indicati i nomi e i contatti di tutti gli istituti che hanno ricevuto la domanda di Messa a Disposizione;
  • la presenza della garanzia Soddisfatti o Rimborsati: in caso non dovessi ricevere il servizio adeguato, sarai rimborsato.

Approfitta ora del servizio e invia la tua domanda a partire da soli 19 euro!

Invia ORA la tua MAD qui

Quante volte bisogna inviare la MAD?

Ci sono dei periodi migliori per inviare la domanda di Messa a Disposizione.

Primo fra tutti: la seconda metà di agosto e il mese di settembre.

Sicuramente, inviare più volte la tua MAD ti permette di avere maggiori possibilità di essere chiamato.

Penserai: dovrò rifare la MAD ad ogni nuovo invio? La dovrò aggiornare ogni volta?

É anche per questo che Docenti.it ha ideato un ulteriore servizio, MAD PLUS.

Usufruendo di questa opzione potrai programmare fino a 3 invii della tua domanda di Messa a Disposizione.

Tu scegli i periodi e le scuole, noi la inviamo per te.

Non aspettare, programma la tua domanda di Messa a Disposizione fin da subito!

Attiva ora MAD PLUS

Leggi anche:

E seguici su Facebook e Instagram.

Photo credit: unsplash.com

author-avatar

Veronica Conti

Classe 1998, è studentessa e insegnante di musica. Ha conseguito il Diploma di Violoncello nel 2018 e, due anni dopo, il Diploma Accademico di II Livello in Violoncello presso il Conservatorio di Cesena. Frequenta il terzo anno all'università di Urbino, Lingue e Culture Straniere profilo linguistico-aziendale, ed è tirocinante presso Docenti.it.