Quanto guadagna un supplente MAD all’ora?
Condividi l'articolo

Quanto guadagna un supplente MAD all’ora?

C’è molta differenza tra il suo stipendio e quello di un docente di ruolo?

Stipendio supplenti: quanto guadagna un supplente MAD?

Ruotano molti dubbi attorno agli stipendi che riguardano gli insegnanti, sia di ruolo che supplenti.

Rimaniamo (per il momento) in ambito MAD: per le supplenze brevi la retribuzione è diversa da quelle che riguardano i docenti di ruolo.

Ma quanto guadagna un supplente MAD?

Un supplente che ottiene un incarico da domanda di Messa a Disposizione percepisce, per una supplenza di:

  • 12 ore: un compenso di 1.157 euro; 
  • per 14 ore: 1.208 euro; 
  • per 16 ore: una retribuzione di 1.329 euro; 
  • per 18 ore: 1.460 euro.

Ben diversa è la faccenda che riguarda i docenti di ruolo.

Quanto guadagna un docente di scuola?

Per quanto riguarda un docente di scuola superiore, si parte da 21.700 euro lordi annuali che un docente guadagna a inizio percorso, fino ai 34.000 euro lordi annuali che si percepiscono dopo aver superato i 35 anni di servizio.

Lo stipendio mensile medio di un docente di scuola superiore è di 1.300 euro netti.
A fine carriera, tale stipendio aumenta fino ai 1.800.

In sintesi: lo stipendio netto di un docente di scuola media o superiore appena immesso in ruolo è di 1576,18 euro.
Ovviamente, si parla di differenze importanti e sostanziali.

Ma, per poter arrivare al termine del percorso, definirsi docente di ruolo e guadagnare uno stipendio maggiore, è necessario partire… dall’inizio.

Ovvero: candidarsi per ottenere un incarico da Messa a Disposizione.

È questo quello che ti auspichiamo di fare, se sei ancora alle prime armi con il mondo dell’insegnamento.

Come candidarsi con una domanda di Messa a Disposizione

Per poter entrare nel mondo scuola con una MAD è necessario candidarsi con un’apposita domanda e “mettersi a disposizione” nelle scuole.

Per poterlo fare, hai di fronte a te due vie, due strade percorribili:

  • inviare una MAD in maniera autonoma, muovendoti da solo;
  • oppure, candidarti con una MAD grazie all’utilizzo di una piattaforma, che invierà automaticamente la domanda al posto tuo.

Entrambe le strade prevedono buche e percorsi difficoltosi, così come entrambe godono di benefici.

La prima via (candidarsi con una MAD in maniera autonoma) è gratuita: quindi, si potrebbe dire che pare la scelta migliore.

Se non fosse che…

Ha un grosso difetto: è il percorso più lungo e difficoltoso.
Questo perché se tu scegli di candidarti con una MAD in autonomia, dovrai essere tu stesso a cercare tutti gli istituti nei quali vuoi inviare la tua candidatura.
Dovrai cercarli e poi compilare ogni singolo form di ogni singolo istituto.

Attualmente, infatti, le scuole accettano candidature solo mediante la compilazione dei singoli form.

Di conseguenza, se tu deciderai di candidarti su una provincia grande come Milano… dovrai essere tu a compilare ogni singolo form di ogni singolo istituto di suddetta provincia.

E questo comporterà un enorme spreco di forze e di energie, ovviamente.

In caso contrario…

L’alternativa c’è sempre ed è quella di candidarti con una MAD grazie all’utilizzo di una piattaforma, che si occupi di inviare automaticamente la MAD al posto tuo.

Stiamo parlando di Docenti.it, una realtà che si occupa da oltre 7 anni di aiutare laureati e aspiranti docenti ad entrare nel mondo scuola con la domanda di Messa a Disposizione.

Quali benefici ti permetterà di ottenere l’invio MAD online tramite Docenti.it?

Prima di tutto, ti consentirà di:

  • risparmiare tempo: infatti, non sarai tu a doverti muovere, singolarmente, nel cercare ogni istituto nel quale candidarti con la tua MAD: ma sarà la piattaforma a inviare la tua domanda a tutti gli istituti statali della provincia da te scelta;
  • tu dovrai solo compilare il form online della piattaforma, selezionare la tipologia di MAD che vuoi inviare e la provincia di riferimento: al resto, penserà la piattaforma stessa!
  • il procedimento non è gratuito, ma a pagamento: però ti consentirà di ricevere assistenza direttamente dal team di consulenti esperti di Docenti.it;
  • infatti, entro 24h lavorative dalla compilazione della tua domanda sul sito, tu sarai ricontattato da uno dei consulenti esperti, che si occuperà di riepilogare i tuoi dati e inviare automaticamente la tua MAD a tutti gli istituti statali della provincia da te scelta;
  • altro beneficio che riceverai: Docenti.it collabora da anni con 3 dei principali portali del mondo scuola. Stiamo parlando di: Argo, Nuvola e Spaggiari. Grazie a questa collaborazione, le tue domande verranno caricate direttamente su questi portali di riferimento e arriveranno sane e salve a tutti gli istituti che si affidano a loro!
  • il servizio, inoltre, è tutelato dalla garanzia Soddisfatti e Rimborsati: questo significa che, se tu non riceverai il servizio adeguato noi… ti rimborseremo l’intero importo!

Invia la tua MAD a gennaio: perché?

La domanda di Messa a Disposizione può essere inviata durante tutto il corso dell’anno scolastico, senza che vi siano limitazioni temporali.

Ma…

È preferibile candidarsi in determinati periodi, che sono considerati quelli maggiormente indicati per una convocazione da MAD.

E uno di questi è proprio gennaio, il periodo che stiamo attraversando ora!
È questo il periodo durante il quale le scuole ricercano maggiormente supplenti, anche a causa delle continue assenze per influenze e Covid.

Stai pensando di cimentarti con un ruolo come docente o Personale ATA?
Invia ADESSO la tua domanda di Messa a Disposizione!

Le scuole ricercano supplenti ORA!

Invia la tua MAD qui

Leggi gli ultimi articoli:

Photo credit: Pixabay

author-avatar

Martina Vaggi

Classe 1991, copywriter e scrittrice. Nata a Sale, un paesino in provincia di Alessandria. Scrive dall’età di 10 anni. Nel 2015 si laurea in Lettere Moderne presso l’università di Pavia. Nel 2020 pubblica il suo primo libro "Il diario del silenzio - Storie reali di quarantena" che descrive il processo di cambiamento della vita di 40 persone ai tempi del Covid. Nel 2022 si trasferisce a San Marino per lavorare come copywriter per Docenti.it