Supplenze docenti: ricevere una nomina al 30 giugno. Da cosa dipende?
Condividi l'articolo

Le domande per le supplenze docenti da GPS si sono chiuse il 16 agosto.

Come si fa ad ottenere una supplenza al 30 giugno?

Un docente che ha indicato solo supplenze annuali, ha possibilità di ricevere una nomina al 30/6?

Supplenze docenti: come funziona il sistema che analizza le domande?

I docenti interessati alle supplenze dell’a.s. 2022/23 iscritti in GPS e GAE hanno potuto presentare la domanda con le 150 preferenze.

Nell’istanza hanno potuto indicare vari elementi preferiti.

Il candidato è quindi responsabile delle proprie scelte e dell’ordine delle preferenze da lui indicate.

Il sistema scorrerà le preferenze in questa maniera:

  • Tipo di contratto (annuale, fino al termine delle lezioni, spezzone orario): in base alla selezione fatta dall’utente e all’ordinamento scelto;
  • Tipo di cattedra (interna, Cattedra Orario Esterna stesso Comune, Cattedra Orario Esterna differente Comune): in base alla selezione fatta dall’utente con ordinamento fisso, ovvero prima cattedra interna, poi COE stesso comune infine COE comune differente;
  • Tipo di posto: in base alla selezione fatta dall’utente e all’ordinamento scelto;
  • Numero ore spezzone decrescente (per la tipologia contratto spezzone): si parte dallo spezzone con maggior numero di ore a quello con il minor numero di ore;
  • Codice meccanografico utente scuola (in base alle tipologie selezionate dall’utente oltre quella “normale”, ospedaliera, carceraria, serale, adulti).

Nella tipologia di contratto, quindi, il docente aveva possibilità di indicare:

  • contratto annuale
  • fino al termine delle lezioni
  • spezzone orario

Si può ottenere una supplenza al 30 giugno anche se l’aspirante ha indicato solamente le supplenze con contratto annuale?

Supplenza al 30 giugno: da cosa dipende

La possibilità di ottenere incarichi di supplenza al 30 giugno dipende chiaramente dalle scelte fatte dall’aspirante.

Se è stata scelta la tipologia contratto annuale, il sistema ricercherà solamente le cattedre disponibili per quella tipologia.

Ottenere incarichi al 30/6 però diventa possibile qualora l’aspirante abbia indicato lo spezzone orario.

Infatti, lo spezzone orario è una tipologia di contratto che termina al 30 giugno.

Tuttavia la supplenza al 30/6 dipende anche da un altro fattore, ovvero l’ordine delle preferenze indicate dal candidato nella domanda.

Sono state inserite prima tutte le scuole con contratto annuale?

Oppure è stato indicato anche lo spezzone orario? Le due opzioni sono state richieste in orizzontale?

Tutto dipende dalle scelte del candidato.

Leggi anche:

E seguici su Facebook e Instagram.

Photo credit: unsplash.com

author-avatar

Veronica Conti

Classe 1998, è studentessa e insegnante di musica. Ha conseguito il Diploma di Violoncello nel 2018 e, due anni dopo, il Diploma Accademico di II Livello in Violoncello presso il Conservatorio di Cesena. Frequenta il terzo anno all'università di Urbino, Lingue e Culture Straniere profilo linguistico-aziendale, ed è tirocinante presso Docenti.it.