Messa a Disposizione

MESSA A DISPOSIZIONE: TUTTO QUELLO CHE C’E’ DA SAPERE

Che cos’è la domanda di Messa a Disposizione (MAD) e come funziona?

La domanda di Messa a Disposizione, altrimenti detta MAD, è un’istanza informale presentata da un soggetto a un ente pubblico, nel mondo della scuola.

In questo articolo vedremo che cos’è nel dettaglio la messa a disposizione, perché inviarla e in che modo Docenti.it può aiutare un docente, o aspirante tale, nell’invio delle MAD alle scuole.

Domanda di messa a disposizione: a che cosa serve

La MAD è uno strumento molto utilizzato ed estremamente valido.

Permette agli aspiranti docenti di ottenere una supplenza e agli assistenti tecnici e amministrativi di ottenere un incarico a tempo determinato.

La domanda di Messa a Disposizione viene presa in esame dalle scuole ogni volta che si verifica l’esaurimento delle graduatorie.

La supplenza o l’incarico per i quali si è chiamati a seguito dell’invio della MAD solitamente ha una durata variabile, che dipende dalle necessità della scuola.

Come presentare la Messa a disposizione

Sono diverse le modalità di consegna della domanda di Messa a Disposizione.

Vediamole insieme.

Posta ordinaria o elettronica non certificata

Per prima cosa, la MAD può essere inviata tramite posta ordinaria o posta elettronica non certificata.
In sostanza, tramite e-mail.

Posta raccomandata o certificata

Tuttavia, è decisamente preferibile dare un valore legale alla presentazione della domanda.

Per questo, è preferibile inoltrarla tramite fax, raccomandata A/R, consegna brevi manu (ossia di persona), tramite PEC (Posta Elettronica Certificata).

L’invio tramite servizi specializzati

L’ultima modalità avviene attraverso servizi specializzati per l’invio della Messa a Disposizione.

Si tratta di piattaforme che ne consentano la compilazione e l’invio attraverso il pagamento di una quota.

Messa a disposizione

Inviare la messa a disposizione con Docenti.it: il servizio

Docenti.it è la piattaforma di riferimento per la compilazione e l’invio delle domande di Messa a Disposizione (MAD).

Da oltre 6 anni noi ci occupiamo di aiutare i docenti a intraprendere il loro percorso professionale in maniera più rapida. 

Sappiamo tutti, infatti, quanto il mondo della scuola sia divenuto complicato e pieno di ostacoli. 

Spesso i docenti, o aspiranti tali, sono lasciati a se stessi, senza indicazioni su come muoversi per ottenere, nel più breve tempo possibile, l’opportunità di lavorare nel mondo scolastico. 

Docenti.it aiuta in maniera concreta i docenti ad entrare nel mondo della scuola. 
In tutti questi anni, infatti, migliaia di docenti hanno ottenuto incarichi di supplenza utilizzando il nostro servizio di invio messa a disposizione. 

Questo servizio garantisce l’invio delle MAD alle scuole entro 24h e il suo inserimento gratuito su Elenco Nazionale Supplenti.

In che modo Docenti.it invia la tua MAD

Ecco in che modo Docenti.it attua il servizio di invio messa a disposizione:

Chi acquista il nostro servizio, viene ricontattato da un consulente che lo affiancherà, passo dopo passo, nella scelta del percorso migliore per lui.  

La tua domanda di Messa a Disposizione verrà inviata alle scuole solo dopo che i consulenti l’avranno redatta in maniera perfetta, al fine di agevolare la tua candidatura presso le scuole che hai scelto. 

Al termine della procedura, riceverai un report con il numero di telefono di tutte le scuole che potrai contattare per avere
notizie sulla ricezione della tua MAD. 

Non solo messa a disposizione: Docenti.it e il piano formativo per gli insegnanti

Docenti.it si occupa anche di formazione, con un piano formativo dedicato ai docenti, composto da corsi riconosciuti dal MIUR.

I corsi sono divisi in: master universitari, corsi di perfezionamento, certificazioni linguistiche e certificazioni informatiche.

Questi percorsi formativi danno la possibilità di ottenere da 1 a 3 punti in graduatoria.

Chi può usufruire della domanda di Messa a Disposizione?

Andiamo ora ad approfondire quali sono i destinatari del servizio di invio Messa a Disposizione, perché è necessario presentare la MAD e quando è consigliabile farlo.

La MAD può essere inviata a tutti gli Istituti Scolastici Italiani presenti sul territorio nazionale da chiunque sia in possesso del titolo di studio necessario per accedere alla classe di concorso o al posto a cui aspira.

È infatti importante sottolineare che la domanda di Messa a Disposizione non è uno strumento riservato esclusivamente agli insegnanti.

Questa istanza, infatti, può essere sfruttata da tutti coloro che si rivolgono a un ente pubblico, quindi anche dal personale ATA (personale amministrativo, tecnico e ausiliario che lavora nella scuola).

Perché presentare la MAD: i vantaggi

Sono diversi i vantaggi che offre l’invio della domanda di Messa a Disposizione.

Come già accennato sopra, ogni scuola ha delle graduatorie a cui fare riferimento nel caso in cui abbia necessità di nominare un docente.
Tali graduatorie, però, non sempre sono sufficienti.

Messa a disposizione

Se manca un docente

Può accadere, infatti, che una scuola sia priva di docenti di una certa Classe di Concorso (CdC), oppure che tutti i docenti di una specifica CdC siano già impegnati.

In questi casi, il Dirigente Scolastico può decidere di effettuare la nomina di un supplente usufruendo delle candidature pervenute attraverso le MAD.

Inviare la domanda a tutte le province d’Italia

Un altro grande vantaggio della domanda di Messa a Disposizione è quello di permettere all’aspirante docente di non legarsi necessariamente a una sola provincia.

Questo è quello che avviene con l’iscrizione in graduatoria.

Nel caso di invio MAD, il candidato può inviare la propria domanda in tutte le province d’Italia contemporaneamente e dunque aumentare esponenzialmente le possibilità di essere convocato per una supplenza.

Non ci sono limiti temporali

Terzo vantaggio: non esistono limiti temporali.

L’aspirante insegnante, infatti, può presentare la propria domanda in qualsiasi momento.

Ma andiamo a vedere nello specifico se ci sono periodi migliori nei quali poter inviare la Messa a Disposizione.

Quando è consigliabile presentare la propria domanda di Messa a Disposizione?

Nonostante sia possibile presentare la propria candidatura durante tutto l’anno, il momento migliore per inviare la MAD comincia a metà agosto e termina a fine settembre.

Inviare la domanda in questo arco temporale, infatti, aumenta le possibilità di ottenere una supplenza annuale.

È bene tenere a mente che le segreterie scolastiche riprendono il lavoro dopo la pausa estiva proprio a metà agosto e proprio per questo non è consigliabile inviare prima di tale periodo la propria candidatura.

Photo credit: Unsplash, Pixabay e Pexels.

Altri articoli che possono interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *