Messa a Disposizione: perché inviarla dopo Pasqua?
Condividi l'articolo

Perché inviare la Messa a Disposizione dopo le festività pasquali può aumentare le tue possibilità di ottenere una convocazione?

Apri l’articolo e scoprilo.

Messa a Disposizione: chi viene convocato per insegnare?

La domanda di Messa a Disposizione rappresenta un utile strumento,
in grado di consegnarti su un piatto d’argento la possibilità di ottenere una convocazione
dagli istituti scolastici.

Le potenzialità date dalla MAD permettono non solo ad aspiranti docenti di ottenere supplenze, ma anche a neolaureati o a diplomati non ancora in possesso del titolo di studio superiore.

Ne è una dimostrazione Lorenzo, laureando triennale in Matematica che, dopo aver inviato la MAD con la nostra piattaforma, ha ottenuto subito una convocazione per la sua materia (puoi leggere qui la sua storia).

Oppure, possiamo farti l’esempio di Elisa: laureanda magistrale in Lettere, che è riuscita ad ottenere una convocazione dopo aver mandato la MAD con noi, dopo un solo giorno (qui trovi la sua storia).

Insomma…
di esempi lampanti di aspiranti docenti e neolaureati
convocati con la domanda di Messa a Disposizione ce ne sono veramente molti.

Ma andiamo con ordine.

Come hanno fatto questi neolaureati dei quali abbiamo citato i nomi ad ottenere subito convocazioni?
Ma soprattutto: come è possibile che vengano convocati per insegnare anche aspiranti docenti sprovvisti dei requisiti necessari?

Non solo è possibile, ma è anche molto fattibile che una cosa simile avvenga.
Soprattutto in determinati periodi dell’anno scolastico.

Molti aspiranti docenti pensano che per ottenere convocazioni tramite MAD, sia necessario inviarla a tanti istituti scolastici, in maniera totalmente casuale.
Ma non è così e questo concetto deve essere scardinato.

Quello che conta, infatti, non riguarda le quantità di MAD inviate agli istituti.
Non è tanto la quantità che ti consente di ottenere una convocazione.

I punti cardinali che devi seguire per essere sicuro di avvantaggiarti rispetto ad altri candidati sono altri.

E riguardano:

  • compilare la MAD senza commettere errori, che possano compromettere la tua candidatura nelle scuole;
  • inviarla nei periodi giusti, ovvero nei momenti più favorevoli dell’anno scolastico in cui le scuole cercano docenti in maniera massiccia;
  • e, ultimo, ma non per importanza: inviare la tua domanda con una piattaforma che ti consenta di ottimizzare le tue possibilità di ottenere convocazioni.
Invia tua MAD qui

Ti abbiamo presentato i punti che vogliamo affrontare con questo articolo.
Ora… andiamo ad analizzarli in maniera più approfondita.

Continua a leggere.

messa a disposizione

Perché e come inviare la MAD agli istituti

Come abbiamo già scritto, per un aspirante supplente la MAD è uno strumento di fondamentale importanza
che ti consente di ottenere supplenze negli istituti scolastici se (e solo se)…

… Impari ad usarlo nella maniera giusta.

Che cosa vuol dire questo?

Significa, semplicemente, che se vuoi ottenere un determinato risultato devi seguire un piano, una strategia: non puoi certo pensare che inviando la MAD a centinaia di istituti, in maniera del tutto casuale, tu possa ottenere qualche risultato concreto.

Di conseguenza… devi seguire un percorso.

E di questo “percorso” te ne abbiamo in parte già parlato nel paragrafo precedente.

Approfondiamo l’argomento.

Compila la MAD senza commettere errori

Non tutti gli aspiranti docenti sanno che una MAD compilata male e piena di errori,
può portarti ad una sola conseguenza:
la tua candidatura verrà scartata dai Dirigenti Scolastici a priori.

Questo succederà se non presti attenzione al modo in cui compili la tua MAD.

E la ragione è molto semplice: ci sono migliaia di docenti che si candidano con le domande di Messa a Disposizione nelle scuole.
Di conseguenza, le tue possibilità di essere notato in mezzo ad una pila di MAD non sono molte.

E si affievoliscono ancor di più se tu commetti degli errori nella compilazione della tua domanda.

Per questo motivo ti ribadiamo quello che già ti abbiamo detto in numerosi articoli del nostro blog: non puoi compilare la tua MAD da solo.

Compilare la MAD in maniera autonoma significa aumentare il rischio
di commettere errori nella compilazione.

Ma non è finita qui.

Continua a leggere.

Candidati nei periodi più favorevoli dell’anno scolastico

Perché i periodi dell’anno scolastico sono così importanti nell’invio della tua domanda?

Perché il tempismo è tutto, nella vita.
E lo è anche per il mondo del lavoro. Soprattutto per quello.

Se vuoi davvero diventare un insegnante, già saprai che il percorso è arduo e ricco di ostacoli: per questo, riuscire ad avvantaggiarti rispetto ad altri candidati che stanno correndo la stessa gara assieme a te, equivale a portarti ad un passo dal traguardo…

… E a tagliare lo striscione di arrivo per primo.

Forse sei nuovo del “mestiere” e ancora non lo sai, ma…

… Ci sono periodi dell’anno scolastico più favorevoli per ottenere convocazioni,
in quanto gli istituti hanno maggiore necessità di docenti.

La richiesta di personale docente, infatti, solitamente si innalza in una curva precipitosa nei periodi che seguono le festività: dopo l’estate, dopo Natale, ad esempio, e infine…

… Dopo il periodo pasquale.

Il che, ci riporta direttamente al prossimo paragrafo.

messa a disposizione

Invia la tua MAD dopo Pasqua: perché?

Il periodo che segue le festività pasquali rientra tra i periodi favorevoli
dei quali ti abbiamo già accennato nel paragrafo precedente.

Stiamo parlando di un momento dell’anno scolastico molto particolare: infatti, esattamente come accade dopo le feste di Natale, anche durante il periodo pasquale tutti i docenti che dal sud Italia sono migrati al nord e al centro per ottenere incarichi di supplenza rientrano dalle loro famiglie per festeggiare la Pasqua.

Questo fa sì che, spesso, molti di loro allunghino il periodo di feste, rientrando ben dopo il termine delle vacanze pasquali.

Per questo motivo, in questo periodo gli istituti si ritrovano con cattedre vacanti da coprire e supplenti da assumere, seppur per un tempo breve.

Il periodo pasquale viene visto come uno dei momenti più importanti dell’anno scolastico,
durante il quale è possibile ottenere convocazioni per una supplenza.

Il tutto, ovviamente, sempre attraverso le domande di Messa a Disposizione.

Ottieni un incarico di supplenza ORA

Ma c’è ancora un punto che non abbiamo affrontato.
Ed è quello che riguarda…

Invia la MAD con una piattaforma specializzata

La scelta della piattaforma è di fondamentale importanza per un invio preciso e puntuale della tua MAD.

Per poterti avvantaggiare rispetto ad altri candidati, infatti, è essenziale affidarsi ad un team di professionisti del settore, che possa consigliarti al meglio e accompagnarti lungo il percorso, dalla compilazione della tua MAD fino all’invio automatico a tutti gli istituti della provincia da te scelta.

Noi di Docenti.it non solo inviamo la tua MAD direttamente nelle caselle degli istituti scolastici, ma…
Ti inseriamo anche nell’Elenco Nazionale Supplenti,

una piattaforma consultata da più di 12mila istituti (pubblici e privati).

Ma non finisce qui: quest’anno gestiamo gli inserimenti dei link privati delle scuole in esclusiva.
Infatti, caricheremo la tua domanda automaticamente sui vari format delle scuole.

Si tratta di un vantaggio che puoi avere solo se invii la tua MAD con noi.

Da oltre 6 anni, la nostra piattaforma si occupa di inviare domande di Messa a Disposizione negli istituti scolastici e fare in modo che i nostri aspiranti docenti ottengano incarichi di supplenza.

Affidandoti a noi, godrai di numerosi vantaggi.
Te li elenchiamo qui:

  •  una volta compilata la tua MAD, sarai ricontattato entro 24h da un nostro consulente specializzato, che ti accompagnerà lungo tutto il percorso, fino all’invio della tua domanda;
  • il consulente riepilogherà i tuoi dati, correggendo eventuali errori;
  • invierà la tua domanda alle scuole solo dopo averla corretta e validata per le scuole;
  • inoltre, a procedura ultimata, riceverai un report delle scuole che hanno ricevuto la tua candidatura, con i loro contatti.
    In questo modo, potrai chiamarle tu stesso e verificare che la tua MAD sia arrivata a destinazione sana e salva;

In più, il nostro servizio di Invio MAD online è tutelato dalla garanzia Soddisfatti o Rimborsati.
Questo significa che: se non riceverai il servizio adeguato, verrai rimborsato.

La nostra garanzia non tutela la convocazione o meno da parte degli istituti scolastici.
Infatti, sono le scuole a scegliere quali supplenti convocare: su questo, noi non abbiamo alcun potere decisionale.

Possiamo però fare tutto ciò che è in nostro potere per aiutarti ad ottenere una convocazione.

Ed è quello che faremo, se sceglierai di affidare a noi l’invio della tua domanda di Messa a Disposizione.
Anche Lorenzo ed Elisa hanno scelto di affidarsi proprio a noi (ti abbiamo parlato di loro nel primo paragrafo, ricordi?) e che cosa hanno ottenuto?

Esatto: una convocazione, anche se ancora non avevano i requisiti per insegnare!

Come puoi vedere… sei in buone mani!

Invia tua MAD qui

Contatta la redazione

Hai dubbi da porci o domande riguardo il servizio di invio Messa a Disposizione?

Puoi contattare la nostra redazione a questo indirizzo: [email protected]

Riceverai una risposta alle tue domande nel breve tempo possibile.

Vuoi leggere le ultime notizie riguardo la domanda di Messa a Disposizione?
Leggi anche:

E seguici su Facebook e Instagram.

Photo credit: Pixabay

author-avatar

Martina Vaggi

Classe 1991, copywriter e scrittrice. Nata a Sale, un paesino in provincia di Alessandria. Scrive dall’età di 10 anni. Nel 2015 si laurea in Lettere Moderne presso l’università di Pavia. Nel 2020 pubblica il suo primo libro "Il diario del silenzio - Storie reali di quarantena" che descrive il processo di cambiamento della vita di 40 persone ai tempi del Covid. Nel 2022 si trasferisce a San Marino per lavorare come copywriter per Docenti.it